Visite nelle case di riposo dal 18 giugno: niente abbracci, incontri sorvegliati

Dopo più di tre mesi gli ospiti delle Rsa trentine potranno rivedere i propri familiari, ma non riabbracciarli. Ecco la delibera della Giunta provinciale

Visite nelle Rsa: si riparte il 18 giugno, dopo tre mesi e mezzo di "isolamento". Per riaprire e porte a visitatori e parenti sarà necessaria una delibera della Giunta provinciale, visto che l'ultimo Dpcm non prevede tale possibilità. L'assessore Segnana ha incontrato i rappresentanti di Upipa e Spes, i due enti che gestiscono la quasi ttoalità delle case di riposo trentine, per condividere le scelte che saranno adottate con la delibera. 

"Abbiamo illustrato il dispositivo che domani porteremo in Giunta - ha commentato l'assessore Segnana - per recepire le linee guida che avevamo già illustrato a sindacati e rappresentanti degli enti gestori. Dopo la pubblicazione della delibera, che avverrà mercoledì, a partire da giovedì le strutture potranno riaprire alle visite, previa autorizzazione della direzione sanitaria, come prevede la normativa nazionale".

L'ingresso di parenti e visitatori, previo assenso del direttore sanitario dell'ente, avverrà seguendo precise misure di sicurezzache dovranno impedire il contatto fisico fra ospiti e parenti, organizzare spazi e luoghi, garantire sorveglianza continua e percorsi distinti di accesso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Proverbi trentini di gennaio: tra viole, lucertole, neve e santi

  • Coniugi bolzanini scomparsi: trovati degli indumenti nell'Adige a sud di Trento

  • L'ex rettore Bassi: "Ecco come ha fatto il Trentino a rimanere zona gialla"

  • Il Trentino rimane zona gialla, unico territorio in tutto il Nord Italia

  • Covid, il Trentino rischia la zona arancione?

  • Tragedia in A22, Vitcor non ce l'ha fatta

Torna su
TrentoToday è in caricamento