Picchiata dal convivente, arrivano ambulanze e carabinieri alle 4 del mattino

Una situazione che andava avanti da anni, secondo la testimonianza della donna

Una situazione di minacce e percosse che andava avanti da almeno sei anni. Questo è quanto ha raccontato una donna della Piana Rotaliana ai carabinieri, intervenuti al seguito delle ambulanze alle 4 del mattino, martedì 21 gennaio, dopo quello che si è rivelato come l'ultimo di una serie di episodi violenti da parte del convivente.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La speranza è che sia davvero l'ultimo. I carabinieri hanno ricostruito i fatti, segnalati all'Autorità giudiziaria. La donna è stata portata in ambulanza al Pronto Soccorso, dove le sono state riscontrate lesioni guaribili in 4 giorni. L'uomo, classe 1989, è stato sottoposto alla misura dell'allontanamento. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neonato morto a 30 ore dalla nascita: dramma all'ospedale di Rovereto

  • Freddo intenso, anche 10° sotto la media: il riscaldamento si può già accendere

  • Galleria di Martignano: testa-coda sull'asfalto bagnato poi si schianta contro il guard rail

  • Coronavirus, un altro studente positivo: classe in quarantena e lezioni online

  • Cervo investito sulla statale: "In quel tratto succede una volta al mese"

  • Giornate Europee del Patrimonio 2020: in Trentino musei aperti e attività al Mart

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrentoToday è in caricamento