menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Si introduce in casa e palpeggia 12 enne: arrestato 32 enne

Nel tardo pomeriggio di ieri, un giovane marocchino, T.A., classe 1980, regolare in Italia per quanto senza fissa dimora, è stato tratto in arresto per violenza sessuale nei confronti di una ragazzina appena dodicenne e violazione di domicilio

Nel tardo pomeriggio di ieri, un giovane marocchino, T.A., classe 1980, regolare in Italia per quanto senza fissa dimora, è stato tratto in arresto per violenza sessuale nei confronti di una ragazzina appena dodicenne e violazione di domicilio. Il fatto è avvenuto nel tardo pomeriggio di ieri 14 dicembre, quando il giovane ha suonato alla porta di una casa della collina, dove era conosciuto in quanto solito passare di porta in porta per chiedere l’elemosina. Ad aprirgli è stata la figlia dei padroni di casa, di 12 anni, che ha subito detto al giovane che i genitori non erano in casa, chiedendogli di andarsene. Per tutta risposta, approfittando dell’assenza degli adulti, il ragazzo si è introdotto in casa con la forza, spingendo la bambina all’interno. Una volta in casa, ha palpeggiato la ragazza che ha cercato di divincolarsi, chiamando aiuto.

A quel punto, il giovane, spaventato dalla possibilità che potesse arrivare qualcuno, ha fatto per andarsene. Prima di lasciare la casa, ha voluto baciare la bambina sulle guance, tentando, senza riuscirvi, anche di raggiungerla sulle labbra. Appena il marocchino se ne è andato, la ragazzina ha chiamato i genitori che hanno a loro volta immediatamente chiamato i soccorsi. La pattuglia del Nucleo Operativo e Radiomobile di Trento, giunta in pochissimi minuti sul posto, dopo una breva ricerca nella zona, grazie alla descrizione fornita dalla vittima, è riuscita ad individuare e fermare l’autore della violenza, accompagnandolo alla caserma di via Barbacovi. Vista la gravità dei fatti e la giovane età della vittima, il personale operante, sentito il magistrato di turno, ha proceduto al fermo di indiziato di delitto nei confronti del giovane marocchino, che è poi stato accompagnato al carcere di Spini di Gardolo. L’uomo è accusato di violenza sessuale su minore (art. 609 bis e 609 quater co. 1 c.p.) e di violazione di domicilio (art. 614 c.p.).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La bozza del decreto riaperture: le nuove regole fino al 31 luglio

social

Offerte di lavoro: in Trentino si cercano marinai

Attualità

Cosa cambia dal 26 aprile

Attualità

Tutti i canti popolari del Trentino disponibili online

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Coronavirus, le regole del week end

  • Attualità

    Vaccino Covid-19: sedute straordinarie nel week-end

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento