Cronaca località Marco

Ragazza violentata al campo della Protezione Civile di Marco

Presunto episodio di violenza sessuale ai danni di una giovane presso il campo della Protezione Civile a Marco di Rovereto dove sono accolti 70 migranti. I sospetti ricadono proprio su di loro: a tutti sarà effettuato il test del DNA, a dirlo è il presidente della Provincia Ugo Rossi

A darne notizia è l'ufficio stampa della Provincia: il presidente Ugo Rossi questa mattina ha partecipato presso il Commissariato del Governo ad una riunione del Comitato di ordine pubblico per acquisire informazioni circa un presunto episodio di violenza sessuale ai danni di una giovane donna presso il campo della protezione Civile a Marco di Rovereto dove attualmente sono ospitati 70 profughi. I sospetti ricadono proprio sulle persone accolte nel campo: la ragazza ha raccontato di essere stata avvicinata da un uomo di colore, verso le due di notte, mentre stava portando a passeggio il cane. Lo stesso presidente ha riferito che sarà eseguito il test del dna a tutti gli uomini accolti nel campo, affermando quindi implicitamente che i sospetti ricadono proprio sui migranti. 

IL SINDACO CHIEDE LA CHIUSURA DEL CENTRO DI ACCOGLIENZA

LA NOTA DEL PATT: "SIAMO STUFI, GLI EXTRACOMUNITARI SE NE APPROFITTANO"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ragazza violentata al campo della Protezione Civile di Marco

TrentoToday è in caricamento