Donna denuncia violenze e minacce, scatta il "codice rosso": marito allontanato

Indagini lampo dei Carabinieri per permettere all'Autorità Giudiziaria di emanare rapidamente il divieto di avvicinamento

Non potrà avvicinarsi alla casa della moglie fino a quando non sarà disposto dalla Magistratura: è questa la misura cautelativa scattata, in base alla nuova legge sul cosiddetto "Codice Rosso", per un uomo del Primiero.

La vicenda è una delle tante che, in città così come nelle valli, vedono le donne vittime di continue vessazioni e minacce, di abusi psicologici e fisici, da parte di compagni e mariti. Situazioni che restano chiuse tra le mura domestiche finchè la vittima non decide di rivolgersi alle forze dell'ordine.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E' quanto ha fatto una coraggiosa donna del Primiero, che si è presentata alla caserma locale dei Carabinieri. I militari, raccolte le testimonianze, hanno fatto scattare le indagini arrivando a consentire all'Autorità Giudiziaria, in tempi rapidissimi, di emettere il divieto di avvicinamento dell'indagato alla parte offesa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trentino prima regione che si "libererà" dal virus. Bordon: "Studio ipotetico, preoccupati dall'onda lunga"

  • Morto dopo essere guarito dal coronavirus: il caso di Lucjan, 28enne della Val di Fassa

  • A casa nel paesino per il coronavirus fa arrivare una escort in taxi da Trento: donna multata

  • Coronavirus, fermato dai vigili dopo che è al parco da un'ora: "È che ho perso una cosa"

  • Mattia, 29 anni, ricoverato a Rovereto: "Manca il fiato, è come andare sott'acqua"

  • Contagi e decessi stabili, Fugatti: "I trentini mi hanno deluso, escono e non rispettano le regole"

Torna su
TrentoToday è in caricamento