Ragazzina di 15 anni violentata dal patrigno. Lui è latitante

Violentata per due anni dal convivente della madre. Un incubo che si è interrotto solo quando la vittima fu costretta ad abortire dopo la scoperta di una gravidanza indesiderata e si confidò con un'insegnante

Violentata più volte dal convivente della madre. Un incubo durato dal 2007 al 2009 che si è interrotto solo quando la vittima, una ragazzina di appena 15 anni, fu costretta ad abortire dopo la scoperta di una gravidanza indesiderata e si confidò con un'insegnante. Questa le accuse gravissime constestate ad un 51enne di origini sudamericane che è stato condannato dal Tribunale di Trento a sette anni di reclusione e al pagamento di un risarcimento di 100 mila euro. L'uomo, però, - almeno per ora - non sconterà la sua pena: è sparito dalla circolazione, rendendosi latitante, forse scappando in Sud America.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A casa nel paesino per il coronavirus fa arrivare una escort in taxi da Trento: donna multata

  • Morto dopo essere guarito dal coronavirus: il caso di Lucjan, 28enne della Val di Fassa

  • Mattia, 29 anni, ricoverato a Rovereto: "Manca il fiato, è come andare sott'acqua"

  • "Due mascherine per ogni trentino", ma non si sa ancora come: precedenza ai 5 comuni "blindati"

  • Coronavirus, fermato dai vigili dopo che è al parco da un'ora: "È che ho perso una cosa"

  • Contagi e decessi stabili, Fugatti: "I trentini mi hanno deluso, escono e non rispettano le regole"

Torna su
TrentoToday è in caricamento