rotate-mobile
Venerdì, 3 Febbraio 2023
Il caso / Val di Non

Vinitha Nicolò: indagini anche sulla posizione del corpo

Gli inquirenti continuano a cercare di fare luce sulla tragica fine della 39enne di Vervò

Emerge un’ipotesi, al vaglio degli inquirenti, riguardo il caso di Vinitha Nicolò, la 39enne ritrovata senza vita nella forra del Rio Pongaiolo lo scorso 29 settembre.

Secondo questa ipotesi, il corpo della donna potrebbe essere stato spostato.

I dubbi, infatti, riguardano la posizione in cui è stato trovato il corpo di Vinitha. Se da un lato le prime ricostruzioni ipotizzerebbero una caduta nel dirupo per decine di metri (l’ipotesi dell’incidente è anch’essa al vaglio degli inquirenti), dall’altro lato c’è un aspetto su cui stanno cercando di fare luce le forze dell’ordine.

Ovvero il fatto che il corpo sia stato ritrovato a ridosso del torrente mentre, tra il sentiero e il fondo della forra è presente della vegetazione. Vegetazione che, teoricamente, avrebbe potuto frenare la caduta della donna.

Anche questo è uno degli aspetti sui cui dovrà fare luce il fascicolo contro ignoti per omicidio aperto dalla Procura di Trento.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vinitha Nicolò: indagini anche sulla posizione del corpo

TrentoToday è in caricamento