menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La vecchia Villa Rosa si svuota, apre il nuovo presidio con 48 posti

La struttura è collocata nell’area dell'ex ospedale psichiatrico provinciale di Pergine Valsugana e verrà integrata con i servizi situati nel Nuovo Ospedale del Trentino di cui costituirà presidio specialistico

Da oggi tutti i pazienti ospitati nella sede storica di Villa Rosa in località Maso Grillo verranno trasferiti nella nuova struttura di via Spolverine 84 a Pergine, operativa fin da subito. Il programma prevede l’attivazione iniziale di 48 posti letto e l’utilizzo degli ambulatori, delle palestre e delle piscine riabilitative. Si procederà poi  gradualmente all’attivazione di altri servizi afferenti al Distretto Sanitario Est quali la radiologia e altre attività ambulatoriali oltre alla cardiologia riabilitativa. Le funzioni sanitarie sono supportate da tutti i servizi tecnici, amministrativi e economali quali la farmacia, gli spogliatoi e uffici. 

Il presidio Villa Rosa – Ospedale Riabilitativo è una struttura sanitaria che si sviluppa su più corpi di fabbrica uniti e comunicanti, destinati ad ospitare l’Unità Operativa di Medicina Fisica e Riabilitazione e la Cardiologia Riabilitativa dell’Unità Operativa di Cardiologia dell’Ospedale di Trento ed altre attività del Distretto sanitario Est tra cui la Radiologia Diagnostica ed il poliambulatorio. La struttura è collocata nell’area dell'ex ospedale psichiatrico provinciale di Pergine Valsugana e verrà integrata con i servizi situati nel Nuovo Ospedale del Trentino di cui costituirà presidio specialistico a valenza extraprovinciale. L’opera  è costata circa 58 milioni e 600 mila euro più gli arredi e le attrezzature per un costo di circa 2 milioni di euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Nuovo Dpcm, cosa cambierà?

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Covid, sintesi del nuovo Dpcm

  • Cronaca

    Bollettino coronavirus, un altro lutto e +220 contagi

  • Attualità

    Sicor, sostegno da "tute blu" e studenti

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento