Lunedì, 20 Settembre 2021
Cronaca

Villa Lagarina: approvazione del bilancio 2014

Bilancio 2014 del Comune di Villa Lagarina, 187 euro il prelievo medio fiscale comunale

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrentoToday

articolo di Marco Vender

Il Consiglio comunale uscente ha compiuto lo scorso 23 aprile il suo ultimo atto di consiliatura approvando il bilancio previsionale 2014, il bilancio previsionale pluriennale 2014-2016 e il bilancio consuntivo 2013: a favore la maggioranza di Villa Lagarina Insieme, astenute le opposizioni ad eccezione del consigliere Bonazza che ha votato contro. Il bilancio di previsione 2014 pareggia nell'importo di 5.569.728 euro mentre il consuntivo 2013 si assesta a 9.470.194 euro, comprendendo il rilevante onere derivante dal secondo lotto dell'ampliamento della scuola media e i lavori sull'acquedotto di Pedersano e Villa. «Il bilancio di previsione che presentiamo ha carattere "tecnico" in considerazione delle prossime elezioni comunali - ha ricordato in aula l'assessore al bilancio Ivano Zandonai - nonostante la grave crisi finanziaria mondiale e il ridursi costante dei trasferimenti dalla Provincia, rispettiamo l'impegno di lasciare i conti in ordine per gli amministratori che verranno dopo di noi». Introdotta anche l'Imposta unica comunale (IUC) con IMUP, TARI (la tariffa sui rifiuti) e TASI (la tariffa sui servizi indivisibili) La presentazione dei bilanci consuntivi 2013 e previsionale 2014 è stata l'occasione per fare anche un'analisi dell'attività amministrativa di consiliatura.

«I dati consuntivi relativi agli investimenti relativi al quadriennio 2010-2013, rivelano con grande chiarezza lo sforzo che l'Amministrazione guidata da Alessio Manica ha profuso in maniera costante per settori chiave che erano stati definiti con le linee programmatiche di governo - ha affermato l'assessore Ivano Zandonai presentando ai consiglieri comunali una serie di efficaci tabelle esplicative - in quattro anni abbiamo reinvestito sulla comunità oltre 3,45 milioni di euro sia nel settore dei servizi alla persona -sociale, giovani, sport, cultura, comunicazione- che degli investimenti -patrimonio e ambiente».

Nel presentare le linee guida con cui è stato redatto il bilancio previsionale 2014, l'assessore Zandonai ne ha rimarcato il carattere "tecnico" considerate le imminenti elezioni comunali anticipate legate alle dimissioni del sindaco Alessio Manica, eletto consigliere provinciale. L'Amministrazione uscente ha infatti fatto una scelta di terzietà, limitando gli impegni di spesa dei capitoli degli assessori all'operatività del primo quadrimestre e lasciando poi al governo futuro libertà operativa.

Il bilancio 2014 dovrà in ogni caso fare i conti con una costante e confermata riduzione dei trasferimenti dalla Provincia, pari a poco meno del 3% annuo, con l'obbligo del rispetto del patto di stabilità, con l'assenza di compensazione statale sul mancato gettito IMUP per la prima casa, oltre che con l'introduzione dell'imposta TASI sui servizi indivisibili e l'invarianza delle entrate derivanti da IMUP e TARI, la tariffa sui rifiuti.

La scelta di non prevedere addizionale comunale IRPEF e di contenere al massimo l'imposizione fiscale comunale sui cittadini, di destinare tutti gli oneri di urbanizzazione agli investimenti e di confermare una costanza di risorse ai capitoli più delicati dei servizi alla persona sono invece le indicazioni e raccomandazioni più politiche contenute nella manovra di bilancio.

In riferimento ai dati statistici storici presentati, certamente interessante è il dato che emerge dal prelievo fiscale comunale pro capite - 187 euro all'anno la media degli ultimi 12 anni - dal 2001 costantemente di molto al di sotto della media dei 15 comuni con dimensione simile a Villa Lagarina, che prelevano mediamente 347 ogni anno (+155 euro), ma anche sempre al di sotto della media provinciale che si attesta sui 249 euro all'anno pro capite (+62 euro).

Nella stessa seduta il Consiglio comunale ha approvato, in quanto collegati al bilancio previsionale, anche regolamento e aliquote relative all'Imposta unica comunale, in sigla IUC, introdotta nella Legge di stabilità 2014 e approvata dal Parlamento con la Legge 27 dicembre 2013, n. 147. In realtà come tributo unico non esiste ma è una semplice sigla che serve a indicare tre tributi diversi: si tratta dell'Imposta municipale propria (IMUP), della Tassa sui rifiuti (TARI) e della Tassa sui servizi indivisibili (TASI).

Tutta la documentazione può essere scaricata online alla sezione Amministrazione trasparente >> Bilancio di esercizio >>
>> Bilancio consuntivo 2013
>> Bilancio previsionale 2014
>> Bilancio previsionale pluriennale 2014-2016

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Villa Lagarina: approvazione del bilancio 2014

TrentoToday è in caricamento