rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca Centro storico / Piazza Dante

Vigili del Fuoco: modifica dello statuto per un'elezione diretta del presidente

Rossi e Mellarini parlano di "operazione pace" dopo le dimissioni del presidente Flaim. Ci sono tre mesi di tempo per riscrivere lo statuto

Assemblea con l'assessore Mellarini ed il presidente Rossi ieri per i comandanti dei corpi di Vigili del Fuoco Volontari del Trentino. Dopo le dimissioni del presidente della Federazione Alberto Flaim la Provinca  ha nominato un "traghettatore", l'ex dirigente Roberto Bertoldi, per guidare i Vigili del Foco in questa transizione.

"Non è un commissariamento" ha detto Mellarini, ricordando che Bertoldi sarà affiancato da sei "saggi", ovvero tre ispettori e tre comandanti, che avranno tre mesi di tempo er riformare  lo statuto. Sembra ormai certa  la  modifica statutaria per un'elezione diretta del presidente, come richiesta dai comandanti.

Anche Rossi e Mellarini hanno sottolineao questo punto ieri sera, oltre all'introduzione di un non meglio specificato "codice etico". "In totale autonomia e nel rispetto dello spirito dei volontari i Vigili del Fuoco sapranno scegliersi il proprio presidente - ha detto Rossi - il rapporto non si è interrotto, dobbiamo solo trovare il modo di riorganizzarci". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vigili del Fuoco: modifica dello statuto per un'elezione diretta del presidente

TrentoToday è in caricamento