Vigili a piedi sempre in coppia, Comune favorevole: "Rafforzare la presenza in città"

L'annuncio arriva dopo una riunione tra i sindacati ed il direttore generale del Comune: l'amministrazione intende rafforzare la presenza nelle zone sensibili, e per farlo accoglierebbe la proposta da parte dei vigili di poter svolgere il servizio a piedi sempre in coppia

Sarà che il tema della sicurezza ha dominato l'intera campagna elettorale a Trento, fatto sta che il Comune ha annunciato, a fine legislatura e a poco più di una settimana dalla scadenza elettorale, di voler rafforzare la presenza della polizia locale in alcune "zone sensibili" cittadine. L'ipotesi, ad onor di cronaca, non nasce come annuncio politico ma è stata avanzata in un incontro sindacale, quello tenutosi oggi tra il direttore generale del Comune Chiara Morandini, il comandante della polizia municipale Lino Giacomoni ed i sindacati.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Da parte degli agenti è stata avanzata da tempo la richiesta di una riorganizzazione del servizio, soprattutto di quello svolto a piedi nella fascia diurna. La richiesta è di poter uscire in servizio sempre in coppia, visto anche quanto successo ad un vigile che tempo fa ha fermato dei vandali che stavano scrivendo con la vernice spray sui muri di un palazzo storico, ed è stato aggredito. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Supermercati: vietato scegliere quello più conveniente, spesa solo vicino a casa

  • A casa nel paesino per il coronavirus fa arrivare una escort in taxi da Trento: donna multata

  • Coronavirus, Fugatti: "No ad arrivi nelle seconde case. Chiesti controlli pesanti"

  • Contagi stabili, positivo un tampone su 10. Mascherine: "Ci vuole tempo perchè le sigilliamo"

  • "Due mascherine per ogni trentino", ma non si sa ancora come: precedenza ai 5 comuni "blindati"

  • Coronavirus, fermato dai vigili dopo che è al parco da un'ora: "È che ho perso una cosa"

Torna su
TrentoToday è in caricamento