menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Riapre il servizio controllo funghi: al posto dei vigili i micologi di Apss e Bresadola

Torna il servizio micologico grazie all'Apss ed all'associazione Bresadola, disponibile a titolo gratuito. Ecco il comunicato

Torna anche quest'anno il servizio micologico in piazza Vittoria, grazie al protocollo d'intesa firmato tra Comune, Azienda provinciale per i servizi sanitari e Gruppo micologico “G. Bresadola”.

Il servizio, attivo nelle giornate presso il mercato di piazza Vittoria nelle giornate di lunedì, giovedì e sabato dal 3 luglio al 30 ottobre, dalle 8 alle 10, ad esclusione dei giorni festivi, è mirato a fornire consulenze gratuite ai cittadini per la verifica della commestibilità di funghi raccolti per il consumo personale, oltre che supporto alla certificazione dei funghi destinati alla vendita. Contribuisce inoltre a rendere consapevoli le persone rispetto ai rischi sanitari-alimentari connessi alla commestibilità dei funghi.

Due saranno gli esperti micologi presenti nella casetta messa a disposizione dall'Amministrazione comunale. Il Gruppo Micologico “G. Bresadola” si è reso disponibile a titolo gratuito per due giorni alla settimana, integrando la presenza dell'Azienda provinciale per i servizi sanitari.

Il servizio, molto apprezzato dalla cittadinanza, è attivo dal 1954 e fino al 2015 è stato svolto dalla polizia locale con personale qualificato dall’attestato di esperto micologo ai corsi di formazione nazionale organizzati dalla Provincia autonoma di Trento.

Dall'anno scorso la necessità di recuperare all'interno del Corpo tutte le risorse umane possibili per compiti di presidio del territorio ha reso impossibile continuare il servizio con le stesse modalità.

Gli interessati potranno rivolgersi gratuitamente agli esperti micologi indipendentemente dal luogo di residenza o di raccolta purché il quantitativo dei funghi sia compatibile con il consumo privato. I funghi raccolti dovranno essere sottoposti ad esame nel più breve tempo possibile dalla raccolta, collocandoli in contenitori rigidi e forati, di materiale idoneo. Se giudicati non commestibili non potranno in nessun caso essere restituiti al proprietario e andranno distrutti alla presenza dell’ispettore micologico. L'utente verrà inoltre informato sulle eventuali particolari modalità di preparazione e conservazione del prodotto presentato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Trentino rischia la zona rossa? 

Attualità

Covid, sintesi del nuovo Dpcm

Attualità

Giovo è in zona rossa, cosa si può fare?

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento