Il fatto / Dro

Video selfie mentre rincorre un'orsa con i cuccioli, denunciato

"In caso di incontro ravvicinato con un orso, è importante evitare ogni tipo di interazione e allontanarsi in silenzio" fanno sapere dall'Enpa

Maltrattamento di animali. È l'ipotesi di reato contenuta nella denuncia che Enpa ha presentato alla procura di Trento a seguito della diffusione di un video-selfie che ritrae un uomo rincorrere un'orsa e i suoi tre cuccioli in un vigneto di Dro. "La condotta dell'uomo, oltre ad avere rilevanza penale, ha messo in grave pericolo l'incolumità propria, altrui e degli stessi animali", osserva Enpa. Sul caso è intervenuta anche l'amministrazione provinciale.

"In caso di incontro ravvicinato con un orso, è importante evitare ogni tipo di interazione e allontanarsi in silenzio - si legge in una nota del Servizio faunistico -. Rimanere nelle vicinanze per osservarlo, fotografarlo e filmarlo o seguirlo, è vietato e pericoloso. In caso di avvistamento, è la regola di sicurezza riconosciuta a livello internazionale, è importante allontanarsi lentamente. Se l'orso si avvicina, è necessario attendere che si allontani spontaneamente prima di proseguire il proprio cammino. Non seguirlo, nemmeno se si è in auto".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Video selfie mentre rincorre un'orsa con i cuccioli, denunciato
TrentoToday è in caricamento