Pompiere si tuffa nell'Adige in piena ma viene preso a pugni dall'uomo che stava tentando di salvare

Il pompiere è stato trascinato dalla corrente, ed è stato recuperato 16 chilometri a valle

foto di Verona Sera

Pompiere trascinato dalla corrente dopo essere stato preso a pugni dalla persona che stava cercando di salvare. E' successo a Verona, dove il fiume Adige ha raggiunto una portata eccezionale nella notte tra domenica 30 e lunedì 31 agosto a causa delle forti piogge che hanno interessato il veronese ma anche il Trentino Alto Adige. Un episodio inquietante che si aggiunge alle decine di interventi da parte dei Vigili del Fuoco veneti e della Protezione Civile del Trentino, accorsa in aiuto alla vicina città.

Erano circa le 21.30, quando sono scattate le operazioni per una persona caduta in acqua all’altezza di Ponte Pietra, a Verona. La squadra dei vigili del fuoco ha aiutato due poliziotti che avevano provato a prestare aiuto, mentre un soccorritore acquatico si è lanciato nel fiume raggiungendo e riuscendo a trattenere la persona caduta, nonostante la forte corrente, per una decina di minuti.

Scomparso nell'Adige: proseguono le ricerche

Come riferisce il 115 però, a quel punto tra i due sarebbe nata una colluttazione, che lascerebbe intendere che l'individuo si sarebbe gettato volontariamente nell'Adige: il pompiere sarebbe stato trascinato a fondo diverse volte mentre l'uomo cercava di divincolarsi, fino a quando nella concitazione non si è sganciata la corda di sicurezza tenuta dalla squadra che operava da terra.

A questo punto la persona sarebbe riuscita a liberarsi ed è stata vista scomparire tra le acque del fiume in piena. Anche l'operatore, ormai privo di vincoli, è stato trascinato dalla corrente e recuperato verso le 2.15 da un’altra squadra di vigili del fuoco all’altezza di Ponte Perez a Zevio, dopo aver percorso circa sedici chilometri in balia dell’acqua e superato, grazie all’equipaggiamento in dotazione ed all’addestramento in tecniche fluviali, due sbarramenti artificiali: il pompiere è stato curato per leggera ipotermia e dimesso lunedì mattina dall’ospedale di Borgo Trento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Stelle Michelin: due novità e sette conferme in Trentino

  • Preore, un'altra tragedia stradale: muore una 16enne, altri 3 giovani in gravi condizioni

  • Poche speranze per gli impianti sciistici, anche se l'Rt è in calo: arrivano i ristori

  • La lotteria degli scontrini dal primo dicembre (e il cashback in arrivo)

  • Schianto tra auto nella notte: gravi tre ragazzi

  • Tragedia a Preore, auto esce di strada: è deceduta una persona

Torna su
TrentoToday è in caricamento