menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Festa della donna: multati quattro venditori ambulanti di fiori

Uno dovrà pagare 3 mila euro. Altre due persone hanno sanzioni per 200 euro a testa: si sono fermate nello stesso punto più di un'ora. Una quarta persona dovrà invece pagare 159 euro per occupazione abusiva di suolo

In occasione della "Festa della donna" di ieri, la polizia locale ha intensificato i controlli sugli operatori ambulanti che vendono fiori nelle vie cittadine. Le verifiche fatte da agenti in abiti civili in varie vie (in centro storico, ma anche nel sobborgo di Gardolo e nella zona dell'ospedale) hanno portato ad accertare alcune violazioni alla normativa commerciale e al sequestro di merce venduta in assenza delle autorizzazioni.

In particolare è stata accertata la vendita di mimose senza autorizzazione (regolamentata dall'articolo 53 della legge provinciale 17 del 2010) da parte di un cittadino del Pakistan, un ambulante di quelli che si vedono spesso girare in centro con mazzi di fiori. Dovrà pagare 3000 euro, inoltre gli sono stati sequestrati i mazzetti di mimose.
 
In altri due casi è stato accertato che la vendita, sempre in forma itinerante, pur svolta in possesso di autorizzazione, non rispettava il limite temporale per la sosta di un'ora indicato nella normativa provinciale: cioè l'ambulante si è fermato troppo nello stesso posto. Ai trasgressori sono stati notificati verbali con sanzioni pari a 200 euro.
 
Infine a un altro operatore è stata contestata l'occupazione abusiva di suolo pubblico e staccata una multa da 159 euro, irregolarità sanzionata questa volta con il Codice della Strada.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre il primo drive through vaccinale a Trento

Attualità

Covid, il governo al lavoro per le riaperture: il piano

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento