rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Il ritrovamento / Carisolo

Nel ghiacciaio trovati i resti di un soldato austro-ungarico

L'operazione di recupero coordinata dai carabinieri

Emerso dal ghiaccio ad oltre un secolo di distanza. I carabinieri di Carisolo, in collaborazione con la squadra di Soccorso alpino di Madonna di Campiglio e la Sovrintendenza dei beni archeologici di Trento, hanno individuato e recuperato i resti di un soldato morto nel ghiacciaio della Vedretta di Lares.

Il ritiro del ghiacciaio ha permesso di  scovare i resti dell’uomo, ad una quota di circa 2935 metri s.l.m. Il corpo del soldato, presumibilmente appartenente all’esercito Austro-Ungarico durante la prima guerra mondiale, è ormai decomposto. Il ghiaccio ha permesso tuttavia la conservazione quasi integra della sua divisa e del suo equipaggiamento. 

Trasportato al cimitero di Trento, la Sovrintendenza cercherà adesso di ricostruire la storia del soldato e risalire al suo nome.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nel ghiacciaio trovati i resti di un soldato austro-ungarico

TrentoToday è in caricamento