Cronaca

Raid notturno al parco San Marco, giovani vandali distruggono le fioriere

La polizia studia le immagini delle telecamere. Ianeselli: "Pagheranno i danni"

Sono in corso le indagini della polizia locale per identificare i giovani vandali che nella notte tra venerdì 28 e sabato 29 gennaio hanno devastato le fioriere nel parco di San Marco a Trento. Vasi rotti, piante ribaltate, fiori danneggiati e terra sparsa in tutta l'area: l'accaduto però è stato interamente filmato dalle telecamere di sorveglianza, e le immagini sono al vaglio degli inquirenti.

Sulla (triste)  vicenda si è espresso anche il sindaco di Trento, Franco Ianeselli, assicurando che quanto successo "non rimarrà senza conseguenze". "I ragazzi che hanno devastato le fioriere saranno chiamati a rispondere delle loro azioni e a pagare i danni" scrive il sindaco su Facebook.

"Se sarà possibile - continua Ianeselli -, mi piacerebbe poterli incontrare, per raccontare delle attenzioni che gli operai dell'ufficio Parchi e giardini, assieme a quelli delle cooperative, dedicano al luogo che loro hanno distrutto. E dei bambini che lì vanno a giocare e annaffiare e imparare a prendersi cura della loro città. Forse per i vandali quella di ieri è stata una bravata senza importanza, per noi è una ferita a un bene che, essendo di tutti, va amato e protetto. Perché è anche in un parco curato e vissuto che capiamo le ragioni del nostro stare assieme".

"Chiederemo conto all'amministrazione comunale di quanto accaduto" attacca il consigliere comunale di Fratelli d'Italia Daniele Demattè, che in un post su Facebook denuncia il "degrado raggiunto dalla nostra società".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raid notturno al parco San Marco, giovani vandali distruggono le fioriere
TrentoToday è in caricamento