menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio

Foto di repertorio

Vallarsa, giovani alpinisti recuperati dall'elicottero nella notte

I soccorsi sono riusciti a individuare i due alpinisti in difficoltà grazie all'utilizzo dei visori notturni e delle coordinate gps

Sono stati recuperati in elicottero dal soccorso alpino e speleologico trentino, nella notte tra sabato 7 e domenica 8 novembre, i due giovani alpinisti disorientati sul gruppo del Carega, nella zona a confine tra Veneto e Trentino. 

L'intervento, conclusosi verso mezzanotte, ha visto il recupero di due alpinisti veronesi del 1995 e del 1996, incrodati in parete sotto la punta di Mezzodì, del gruppo del Carega. I due alpinisti avevano concluso la via Spigolo Fox e nelle prime fasi di discesa sono rimasti incrodati poco sotto la cima. Non riuscendo a proseguire in autonomia hanno chiamato il Numero Unico per le Emergenze 112 poco dopo le 22.30. 

Il coordinatore dell'Area operativa Trentino meridionale del Soccorso Alpino ha chiesto l'intervento dell'elicottero, mentre una squadra della Stazione Vallagarina e una squadra di Recoaro del Soccorso Alpino Veneto si portavano sul posto, al rifugio Campogrosso. Considerata la complessità di un intervento notturno in montagna, l'elicottero ha scaricato l'equipe medica in piazzola al rifugio Campogrosso, per recuperare a bordo un secondo Tecnico di Elisoccorso del Soccorso Alpino Trentino.

Grazie alle coordinate gps inviate dai due alpinisti e ai visori notturni in dotazione all'equipaggio dell'elisoccorso, i due sono stati individuati su una forcella sotto la cima e recuperati a bordo del velivolo, uno alla volta, tramite il verricello. Infine, sono stati portati a valle fino alla piazzola del rifugio Campogrosso. Per i due giovani non è stato necessario alcun ricovero in ospedale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento