Venerdì, 17 Settembre 2021
Cronaca Centro storico / Via Giuseppe Verdi

Valeria Solesin è morta nell'attacco al Bataclan di Parigi

La 28enne veneziana, laureata a Trento e dottoranda a Parigi, è morta nell'attacco al teatro dove si trovava venerdì sera insieme a due giovani trentini, per assistere al concerto della band di Josh Homme. Le speranze del fidanzato Andrea Ravagni, di Dro, e della famiglia erano appese ad un filo. La conferma è arrivata dalla Farnesina in mattinata

Valeria Solesin è morta nell'attacco al Bataclàn di Parigi. Il filo della speranza si è interrotto con la telefonata della Farnesina alla famiglia della ragazza veneziana, laureata in Sociologia a Trento, borsista al Centre de Recherches de l'Institut de Démographie dell'Università di Parigi. Valeria venerdì sera si trovava al teatro Bataclàn, uno degli obiettivi presi di miradai terroristi, per assistere al concerto degli Eagles of Death Metal, insieme al fidanzato Andrea Ravagni, di Dro, alla sorella di lui, Chiara, anche lei insieme al fidanzato.

Erano in quattro, all'ingresso, quando sono iniziati gli spari. Per i quattro giovani sono stati attimi, eterni, di pur terrore: Andrea viene ferito di striscio da un proiettile degli incursori, insieme alla  sorella ed al  compagno di lei resistono  nascosti fino all'arivo delle teste di cuoio, ma perdono di vista Valeria. Nella concitazione del momento l'amica avrebbe preso anche la borsa della studentessa, con all'interno il cellulare e i documenti. Da quel momento si perdono le tracce di Valeria Solesin, impossibilitata a contattare amici o parenti. E' stata dichiarata dispersa, ma oggi in mattinata quella speranza si è interrotta. Leggi la notizia su VeneziaToday.it clicca qui...

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Valeria Solesin è morta nell'attacco al Bataclan di Parigi

TrentoToday è in caricamento