menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Veneto accelera sulla Valdastico, pronto il prolungamento fino al confine trentino

Il Veneto non aspetta il Trentino: consegnati i documenti per il prolungamento fino al confine

Mette il piede sull'acceleratore la compagnia spagnola Abertis, società che controlla la holding dell'Autostrada Brescia-Padova, che ieri  ha inviato il progetto definitivo del prolungamento Valdastico nord. Un tratto di appena 17 chilometri, fino a Pedemonte, per il costo  complessivo di 1,3  miliardi di euro. L'importanza del progetto, com'è noto, è legata al  rinnovo della concessione autostradale. L'ultimo capitolo si era chiuso con l'accordo di un prolungmento in trentino tramite una normale statale, una "Valdastichina" che non debba rispettare i canoni di una vera e propria autostrada, quindi meno impattante e siprattutto con meno gallerie. 

C'è chi dice che si tratta di una boutade elettorale, anzi referendaria visto che in ottobre in Veneto si terrà il famoso referendum sull'autonomia, ma potrebbe anche trattarsi di un passo decisivo per la Valdastico, in stand-by da decenni. Questa volta la Serenissima non aspetta il Trentino: il documento inviato al Cipe riguarda il tratto da Piovene Rocchette al confine regionale, un tratto di appena 17  chilometri.

Poi sarà quel che sarà, anche se, com'è noto, al di qua di Lastebasse c'è chi spinge per dare compimento al progetto. In particolare il presidente di Confindustria Bonazzi ha accolto lo "sblocco" dell'opera da parte veneta come un occasione per mettere alle corde la Giunta trentina. I tempi sono ancora  lunghi: la delibera del Cipe è attesa per marzo 2018 e l'apertura del cantiere non avverrà  prima del 2019.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Trentino rischia la zona rossa? 

Attualità

Classificazione Trentino, Fugatti dà un'interpretazione: «riteniamo che per la settimana prossima la situazione possa restare invariata»

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Il Trentino rimane in zona arancione

  • Cronaca

    Registrati altri 3 decessi e +406 nuovi casi positivi al covid

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento