menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Valanghe, un morto sull'Ortles. In Lagorai paura ma nessun ferito

Un alpinista è deceduto: era stato travolto dalla massa di neve caduta dal Gran Zebrù. Trentino, in val Calamento valanga a quota 1.700 metri. La bonifica del soccorso alpino ha dato esito negativo

Una valanga si è staccata ieri pomeriggio sul gruppo montuoso del Lagorai, ma fortunatamente nessuno è rimasto colpito. Diverso l'esito in Alto Adige, dove in un analogo episodio sull'Ortles un alpinista è morto, mentre un altro è rimasto gravamente ferito.

Per quanto riguarda il Trentino, la massa di neve è caduta poco prima delle 13 in Trentino, a circa 1.700 metri di quota, da sopra malga Cere, nel comune di Telve, in una zona della Val Calamento. Immediato l'intervento in quota del soccorso alpino che però non ha trovato persone travolte dopo un'attenta bonifica. A dare l'allerta era stato un gruppo di scialpinisti, che ha visto tracce di passanti in entrata vicino alla massa di neve appena scesa, ma non le orme di uscita. 

Nel gruppo dell'Ortles invece la valanga si è staccata da quota 3.400 metri, sul Gran Zebrù (3.856 metri). Un alpinista è stato travolto ed è deceduto, gravemente ferito un altro, mentre un terzo si e' tratto in salvo da sè. L'allarme è stato dato da altri alpinisti. Gli uomini del soccorso alpino di Solda si sono immediatamente recati sul posto a bordo di un elicottero.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento