Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca Gardolo / Via Alto Adige

Valanga al Gran Zebrù: ancora ricoverati in condizioni gravi i due alpinisti

Ore di apprensione, ma anche di affetto via social, per i due alpinisti travolti dalla valanga sulla seconda vetta più alta del Trentino Alto Adige

Un fotogramma del video diffuso sui social da alcuni alpinisti

«I nostri cuori battono per mandarvi tutta la forza». Non si contano gli abbracci virtuali ed messaggi di incoraggiamento per Christian Sega e Marco Toffali, i due alpinisti veronesi travolti dalla valanga sul Gran Zebrù, da tre giorni ricoverati all'ospedale San Maurizio di Bolzano dopo essere stati recuperati in condizioni molto gravi.

Gran Zebrù: il video della valanga

Marco e Christian si trovavano sul versante di Solda del Gran Zebrù, la seconda vetta più alta del Trentino Alto Adige quando, intorno al mezzogiorno di domenica 27 settembre, un grande ammasso di neve si è staccato e li ha quasi completamente sommersi, dopo averli trascinati per circa 200 metri.

Una valanga che è stata anche ripresa da alcuni alpinisti stranieri che si trovavano nelle vicinanze e che hanno poi condiviso il sui social network. Le immagini sono impressionanti ma rendono solamente in parte l'idea del fenomeno di fronte al quale si sono improvvisamente ritrovati io due alpinisti.

L'allarme è stato lanciato subito e questo a permesso ai soccorritori, giunti sul posto con due elicotteri, di recuperare i due alpinisti nel giro di pochi minuti. Una tempestività che si è rivelata fondamentale, anche se ora i due rimangono ricoverati in condizioni cliniche particolarmente delicate. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Valanga al Gran Zebrù: ancora ricoverati in condizioni gravi i due alpinisti

TrentoToday è in caricamento