Lunedì, 15 Luglio 2024
Spaccio / Riva del Garda

Minorenne spacciava droga e bullizzava i ragazzi anche sotto indagine

Per il giovane, il giudice ha respinto le misure alternative

Nei giorni scorsi, un minorenne 17enne di origine albanese è stato arrestato dai carabinieri di Riva del Garda. Sul giovane, residente da tempo in Val Rendena, pendeva un ordine di carcerazione e una condanna di un anno e quattro mesi di reclusione per spaccio di stupefacenti. 

L'arresto, frutto di un'intensa attività investigativa, ha chiuso un capitolo problematico per la comunità locale. Il giovane era stato sorpreso vicino la stazione delle autocorriere di Trento con un ingente quantitativo di droga. Gli agenti, dopo aver monitorato i suoi movimenti e comportamenti sospetti, avevano deciso di intervenire, trovando in suo possesso diverse dosi di stupefacenti pronti per lo spaccio. La vicenda ha portato alla condanna definitiva del giovane, la cui richiesta di misure alternative è stata respinta dal giudice. La decisione del tribunale per i minorenni di Trento è stata dettata dalle ripetute segnalazioni e dagli atti antigiuridici commessi dal ragazzo, che aveva continuato a delinquere nonostante fosse sotto indagine. Negli ultimi mesi, infatti, il comportamento del 17enne aveva destato preoccupazione tra i residenti della Val Rendena. Oltre all'attività di spaccio, il ragazzo era stato più volte coinvolto in episodi di bullismo e minacce contro coetanei.

Dopo l'arresto, il giovane è stato trasferito all'istituto penale per i minorenni di Treviso, ma le indagini sono ancora in corso. I carabinieri stanno infatti approfondendo i legami del 17enne con altri due o tre coetanei, che potrebbero essere coinvolti in attività illecite simili.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minorenne spacciava droga e bullizzava i ragazzi anche sotto indagine
TrentoToday è in caricamento