Cronaca Gardolo / Via Alto Adige

In quarantena, ma va al bar senza mascherina: lavorava per l'Associazione Turistica, allarme in tutta la valle

Bufera in Val Badia per il 24enne rappresentante della locale Associazione Turistica: per ora 40 persone in quarantena ma si lavora per ricostruire tutti i contatti

Corvara, il capoluogo dell'Alta Badia

Val Badia nella bufera: non si tratta di una nevicata fuori stagione ma dello scandalo che ha colpito il rappresentante dell'Associazione Turistica Alta Badia, denunciato per aver violato la quarantena dopo essere stato trovato positivo al coronavirus. Una notizia che, in piena stagione turistica, ha fatto il giro della valle e non solo.

Coronavirus: mamma positiva partorisce a Rovereto

Il presidente dell'Associazione parla di "danni d'immagine" senza precedenti. Le indagini sono in corso, sia quelle dei carabinieri che hanno già denunciato il 24enne ed i genitori per epidemia colposa, sia quelle dell'Azienda sanitaria altoatesina, che sta ricostruendo i contatti avuti dal giovane ed ha messo in isolamento 40 persone.

Per quanto riguarda i contatti, infatti, il ragazzo non si è fatto mancare niente: secondo le testimonianze raccolte dai militari sono diversi i residenti che lo hanno segnalato agli "happy hour" nei locali della valle. Non solo: è stata accertata la sua presenza ad una festa di laurea tenutasi in un rifugio. Tutto ciò, secondo i testimoni, senza mascherina.

Si può solo immaginare quanti rapporti il giovane, anche in virtù del suo ruolo, intrattenesse con le strutture alberghiere della valle. Anche i genitori sono stati denunciati perché, nonostante avessero ricevuto precise istruzioni dall'Azienda sanitaria, si sarebbero comunque recati al lavoro. Il direttore generale della Asl ha ipotizzato la chiusura di alcune strutture, a metà di una stagione turistica già segnata dal post-emergenza. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In quarantena, ma va al bar senza mascherina: lavorava per l'Associazione Turistica, allarme in tutta la valle

TrentoToday è in caricamento