Vaccini: ci sono ancora tre bambini "non conformi"

Dopo le circa 300 raccomandate inviate a fine settembre alle famiglie inadempienti ora rimangono 3 casi in cui non si è nemmeno effettuata la prenotazione. I sindaci dei comuni interessati chiamati a mediare con le famiglie

In Trentino ci sono ancora tre bambini che non hanno prenotato le vaccinazioni rese obbligatorie dal decreto Lorenzin, pena l'esclusione da scuola. Ed è proprio questa la soluzione, estrema, prospettata dal presidente della provincia in persona, che rispondendo ad un'interrogazione sul tema presentata dal consigliere Borga, ha ricordato l'obbligo introdotto anche in Trentino, non senza polemiche.

"In Trentino – ha detto Rossi – abbiamo disciplinato in modo uniforme, assumendocene la responsabilità, le modalità attuative di questi obblighi nazionali. Per tre motivi: garantire l’uniformità dei comportanti delle scuole, dare informazioni univoche alle famiglie, attuare la nostra autonomia sulle procedure specifiche da adottare. Si è conformi quando si è vaccinati o si è attivata la procedura elettronica di adesione al processo di vaccinazione che rende possibile frequentare la scuola. Chi si è inserito elettronicamente con un clic nel percorso di vaccinazione è conforme". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il presidente ha fornito anche qualche dato sulla campagna di vaccinazione intrapresa ad inizio estate: sono 11.176 i bambini vaccinati nella fascia 0-3 anni (nidi), mentre ne risultano prenotati 532. Nella fascia 3-6 anni (scuola dell'infanzia), invece, ad oggi ne risultano vaccinati 12.359 e prenotati 1.494. I bambini non ancora conformi fino a questo momento sono tre. Al riguardo Rossi ha ricordato che per convincere le famiglie alla vaccinazione dei bambini o ad aderire alla procedura per la vaccinazione, sono stati personalmente coinvolti i sindaci dei tre Comuni interessati, Calceranica, Varena e Daone, che si sono resi disponibili ad effettuare questo tentativo con i genitori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trentino prima regione che si "libererà" dal virus. Bordon: "Studio ipotetico, preoccupati dall'onda lunga"

  • Morto dopo essere guarito dal coronavirus: il caso di Lucjan, 28enne della Val di Fassa

  • A casa nel paesino per il coronavirus fa arrivare una escort in taxi da Trento: donna multata

  • Mattia, 29 anni, ricoverato a Rovereto: "Manca il fiato, è come andare sott'acqua"

  • Coronavirus, fermato dai vigili dopo che è al parco da un'ora: "È che ho perso una cosa"

  • Coronavirus, nuovi casi dimezzati: oggi 45. Morto anche un 28enne che era stato dimesso

Torna su
TrentoToday è in caricamento