menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Polizia di Stato (repertorio)

Polizia di Stato (repertorio)

Si ubriaca e picchia la moglie davanti ai figli piccoli: denunciato dopo vent'anni di violenze

In un'occasione, a causa delle percosse la donna è dovuta andare in ospedale con un dito rotto

Per anni e anni ha subito ripetute violenze da parte del marito che la picchiava, sotto l'effetto di alcol, anche davanti ai figli piccoli. Per questo l'uomo, un cittadino tunisino di 67 anni, è stato allontanato da casa.

Violenze domestiche per 20 anni

Il marito per quasi 20 anni in più occasioni ha schiaffeggiato e picchiato la consorte al culmine di liti familiari, dovute soprattuto all'abuso di alcol da parte dell'uomo. In un caso è arrivato perfino a rompere un dito alla donna e in un altro l'ha colpita in faccia costringendola a ricorrere alle cure dei medici dell’ospedale Santa Chiara.

L'ultimo episodio di violenza domestica risale allo scorso 13 ottobre, quando il tunisino, è rientrato a casa, ancora una volta ubriaco, ha iniziato a litigare con la moglie, che lo rimproverava di spendere soldi per le slot machine, spintonandola, minacciandola di morte e tentando di schiaffeggiarla. A frapporsi tra i due la figlia, colpita a sua volta al viso. 

Esasperata dalla situazione, la donna si è presentata alla questura di Trento e ha denunciato il marito. La sua versione dei fatti è stata confermata da diversi testimoni, tra cui i figli della coppia, che hanno raccontato la profonda sofferenza, fisica e psicologica, in cui è stata costretta a vivere la madre, a causa delle violenze, fisiche e psicologiche, infertele dal marito. Di qui il provvedimento di allontanamento dall’abitazione preso dall'autorità giudiziaria nei confronti dell'uomo. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Chiusa per pericolo valanghe l'area del Mugon sul Monte Bondone

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento