Sale in auto ubriaco, i vigili del fuoco lo fanno seguire e viene denunciato

I vigili del fuoco volontari hanno notato un 40enne che stava per salire in auto visibilmente ubriaco. Hanno cercato di farlo desistere ma lui è partito comunque. È stata chiamata la polizia locale che lo ha fermato e multato: era 5 volte oltre il limite di legge

Questa mattina intorno alle 8 un equipaggio del corpo dei vigili del fuoco volontari di un sobborgo cittadino ha notato un quarantenne di Trento, che, dopo aver girovagato con il suo cane in un parco cittadino, stava dirigendosi verso il parcheggio per mettersi alla guida di un veicolo. Viste le sue condizioni psicofische, hanno cercato in tutti i modi di farlo desistere da tale intento. Quando l'uomo, incurante del proprio stato di salute e delle indicazioni rivoltegli, è comunque salito sull'auto mettendosi in marcia verso la città, i vigili del fuoco volontari hanno allertato prontamente la centrale operativa della polizia locale che ha provevduto immediatamente a diramare, al personale in servizio sul territorio, targa e modello del veicolo da ricercare.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli agenti in servizio sono riusciti in poco tempo ad intercettare l'autovettura proprio in prossimità di un accesso alla città e a fermarla per i necessari controlli. Alla prova con etilometro è stato riscontrato un tasso alcolemico pari a 2,57 g/l, valore superiore di oltre cinque volte quello consentito dalla legge. L'uomo è stato quindi denunciato per guida in stato di ebbrezza e gli è stata ritirata la patente, con la sospensione prevista da uno a due anni. Dopo gli accertamenti di rito e la nomina dell'avvocato difensore, il soggetto è stato  affidato ad un familiare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: casi in diminuzione da 3 giorni. "Se i numeri saranno confermati siamo in discesa"

  • Coronavirus, ecco la mappa dei contagi in Trentino: Canazei la più colpita in proporzione

  • Il dramma: muore di coronavirus 11 giorni dopo la moglie

  • Uomo fermato fuori casa: "Ero in ospedale, mi è nata una figlia". Ma non è vero

  • Mascherine "made in Trentino": 10 aziende riconvertite, analisi dei tamponi grazie all'Università

  • "Io resto a casa": ecco la classifica delle regioni grazie allo studio delle "storie" su Instagram

Torna su
TrentoToday è in caricamento