menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ipavsi: "Con i nuovi turni di riposo in Trentino serviranno 200 infermieri e 75 medici"

Il Collegio provinciale degli infermieri, riunitosi oggi in assemblea, lancia l'allarme alla vigilia dell'entrata in vigore delle nuove disposizioni, che recepiscono direttive europee, in materia di turni di lavoro di medici ed infermieri

Nel sistema sanitario provinciale mancano 200 infermieri e 75 medici. Mancano, o meglio mancheranno con le nuove norme in materia di turni di riposo, per garantire servizi h24. E' questa la stima lanciata dal Collegio provinciale degli infermieri Ipasvi riunito  in assemblea oggi  alla vigilia dell'entrata in vigore delle nuove disposizioni sui turni di lavoro e di riposo secondo le direttive europee, provvedimento che fa temere per la qualità del servizio. Ed infatti un comunicato della  Provincia,  arrivato in serata, annuncia  tagli nell'orario per le emergenze notturne, parti compresi. Clicca qui...

La notizia è riportata oggi sulle pagine online di Quotidiano Sanità. "Sicurezza e qualità possono essere garantite solamente attraverso una rivisitazione complessiva della spesa pubblica e dei risultati raggiunti - scrive in una nota il collegio degli infermieri - invece dei tagli lineari nel mirino devono finire gli sprechi, puntando sulla valorizzazione del patrimonio umano presente sul territorio". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Rifugio sommerso dalla neve, i gestori chiedono aiuto ai trentini

Attualità

Chiusa per pericolo valanghe l'area del Mugon sul Monte Bondone

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento