Truffe online: due denunce. La Polizia: "Vittime scelte tra chi ha poca conoscenza del web"

Due truffe messe a segno durante il periodo del lockdown scoperte dal Commissariato di Riva del Garda

Boom degli acquisti online durante il lockdown: ne hanno approfittato anche i truffatori. Sono due le persone denunciate dal Commissariato di Riva del Garda per truffe messe in atto durante il periodo dell'emergenza coronavirus. Due tipi di truffa che sono uno lo specchio dell'altro, ma che portano allo stesso risultato: la vittima si vede "alleggerire" il conto corrente di centinaia o migliaia di euro.

Nel primo caso il truffatore riveste i panni del venditore: l'oggetto viene messo in vendita su siti "civetta", con domìni registrati all'estero, e dopo il pagamento anticipato di una caparra il sito sparisce ed il venditore si rende irreperibile. Con difficoltà gli inquirenti sono riusciti a risalire, dopo mesi, al responsabile, residente in provincia di Savona.

Nel secondo caso il truffatore si presenta come acquirente contattando la vittima, che intende vendere qualcosa. Dopo essersi proposto di comprare il bene in questione il truffatore convince la vittima a recarsi presso uno sportello Postamat per ricevere il denaro digitando dei codici. In questo modo, in realtà, lo porta ad effettuare un'operazione che trasferisce denaro sul suo conto. In questo caso il responsabile è un napoletano. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Le truffe - commenta il Vice Questore Salvatore Ascione - per essere realizzate hanno bisogno della collaborazione volontaria, anche se estorta con l'inganno della vittima. Spesso abbiamo registrato che questo tipo di reato colpisce non solo persone che hanno conoscenze limitate del mondo online ma, anche persone avvezze a scambi ed acquisti sui siti che, però, tralasciano la proverbiale attenzione del "buon padre di famiglia" incorrendo nei trabocchetti dei truffatori. Rimane, pertanto, indispensabile molta attenzione e, in certi casi, una sana diffidenza ed in particolare per tutte quelle operazioni di pagamento apparentemente non convenzionali".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni comunali: i risultati in tutti i Comuni

  • Elezioni comunali 2020: lo spoglio in diretta

  • Elezioni comunali, Rovereto verso il ballottaggio

  • Elezioni comunali Trento 2020, Exit Poll: Ianeselli oltre il 51%

  • Elezioni comunali a Riva del Garda

  • Referendum in Trentino: ecco i risultati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrentoToday è in caricamento