rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca Comano Terme / località Ponte Arche

Truffa nei cantieri: noleggiavano ruspe per poi rivenderle, denunciati

Smascherata dai carabinieri di Ponte Arche una coppia di truffatori: avrebbero lasciato in garanzia assegni falsi per il noleggio di un escavatore, poi rivenduto ad un ignaro acquirente. Con lo stesso metodo erano riusciti a far sparire un altro mezzo nel novembre 2014, ritrovato nei giorni scorsi

Noleggiavano mezzi da cantiere per poi rivenderli, e perdipiù pagavano il noleggio con assegni falsi. Era questo il modus operandi di una coppia di truffatori smascherati dai carabinieri di Ponte Arche che nei giorni scorsi hanno rinvenuto in un cantiere della zona  un escavatore sottratto ad una ditta altoatesina, specializzata nel noleggio di mezzi d'opera.

Secondo quanto ricostruito poi dai militari i due truffatori avrebbero noleggiato il mezzo, lasciando in garanzia un assegno risultato poi contraffatto. Nel frattempo i due avevano già rivenduto l'escavatore ad un ignaro acquirente del Bleggio.

Non sarebbe la prima volta: un altro escavatore, ritrovato in questi giorni a seguito delle indagini, sarebbe stato rubato nello stesso modo ad un noleggiatore di Trento nel novembre 2014. I due, un 53enne ed un 65enne della piana rotaliana, dovranno rispondere della pesante accusa di truffa in concorso. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffa nei cantieri: noleggiavano ruspe per poi rivenderle, denunciati

TrentoToday è in caricamento