menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Val di Fassa: case vacanze low cost, scoperta l'ennesima truffa

Un altro denunciato per la solita truffa, che va ad aggiungersi ai 13 deferiti tra maggio e gennaio. I malcapitati turisti scoprivano l'inganno una volta arrivati in valle

Case vacanza con truffa: un fenomeno sempre più "in voga" nelle vallate trentine a vocazione turistica. Possono ben dirlo i carabinieri di Canazei che hanno scoperto l'ennesima truffa ai danni dei turisti: gli appartamenti vennivano pubblicizzati con inserzioni in internet e comparivano sui più importanti motori di ricerca, sui social network e sui portali specializzati.

Chalet con stanze accoglienti e prezzi vantaggiosi, una sola pecca: non esistevano. Di  vero  c'era solamente l'acconto che i clienti pagavano online tramite carta di credito. I carabinieri sono riusciti a risalire  all'autore delle inserzioni, cittadino italiano residente in Piemonte, ora denunciato per truffa. Il denunciato si aggiunge agli altri 13 già deferiti all’autorità giudiziaria nei mesi di maggio 2015 e gennaio 2016, per la stessa tipologia di reati.

"Il modus operandi rimane sempre lo stesso - si legge nella nota della Compagnia di Cavalese - appartamenti o stanze in affitto a basso prezzo in tutta la valle, ma anche in val Rendena o nelle dolomiti bellunesi, gli alloggi sono prenotabili con un versamento di una piccola caparra, nell’ordine di poche centinaia di euro. Una volta effettuato il versamento i truffatori diventavano irraggiungibili. La cosa peggiore, per alcune famiglie è stata quella di accorgersene, in loco, una volta raggiunta la tanto attesa meta delle vacanze. Con la necessità poi di dover trovare, spesso, una sistemazione, non sempre disponibile per trascorrere la notte".

A tal proposito proprio il Comando dei carabinieri di Cavalese, consiglia a tutti di diffidare da offerte troppo vantaggiose, soprattutto nei periodi di altissima stagione e i verificare sempre l’esistenza e la disponibilità dell’immobile su siti convenzionali quali quelli degli uffici APT presenti nei vari comuni di valle.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Quando saluteremo il coprifuoco: le ipotesi

Ultime di Oggi
  • Attualità

    La pillola contro il Covid: arriva il vaccino senza puntura

  • Cronaca

    I dati del coronavirus in Trentino del 9 maggio

  • Attualità

    Viabilità, domenica di code in autostrada

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento