rotate-mobile
Attenzione / Giudicarie

La truffa dell'asfalto torna a vessare il Trentino: riconoscerla e difendersi

Dalla proposta vantaggiosa, a lavori grossolani e la successiva richiesta di un pagamento superiore a quanto concordato

Dopo oltre un anno che non se ne sentiva parlare, nelle Giudicarie sono stati segnalati nuovi casi di tentativi di truffa legati all'asfalto. A divulgare la notizia a metà settembre è stata la polizia Locale dalle pagine social. 

Il post della polizia:

Attenzione! Se potete condividete grazie. #TruffaAsfalto È tornato in #Giudicarie un gruppo di soggetti stranieri che propone ai cittadini, ma in particolare anche ai vari titolari di ditte, di asfaltare gratuitamente o a prezzi particolarmente bassi e convenienti i piazzali privati con bitume avanzato da altri lavori (inesistenti), salvo poi chiedere più denaro di quanto pattuito e consegnare un lavoro di SCARSA QUALITÀ'. Gli stessi soggetti sostengono FALSAMENTE di rifornirsi di materiale e di collaborare con le ditte della zona.

Come riconoscerle e difendersi

È molto importante prestare attenzione quando ci si trova alla porta o dall'altra parte della cornetta con qualcuno che ha scelto proprio noi per "l'offerta imperdibile", soprattutto in un momento di rincari come quello attuale. Prima di accordare un lavoro di questo tipo, è bene accertarsi sull'azienda proponente, magari chiedendo anche in zona, oltre che segnalare alle forze dell'ordine eventuali sospetti. Non bisogna dimenticare  inoltre che asfaltare un pezzo di strada non sempre può essere considerato un lavoro di "manutenzione ordinaria", ma potrebbe servire un titolo edilizio per poter intervenire. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La truffa dell'asfalto torna a vessare il Trentino: riconoscerla e difendersi

TrentoToday è in caricamento