rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Il caso

Trovato l'autore del graffito "Uccidi Fugatti – No Tav"

Denunciato dalla polizia, durante la perquisizione trovato materiale da street writer

Identificato e denunciato il presunto autore delle scritte "Uccidi Fugatti – No Tav", con tanto di stella a cinque punte, simbolo delle Brigate Rosse, apparse in alcune zone di Trento, soprattutto in località Povo, nelle scorse settimane. Secondo quanto emerso si tratterebbe di un tecnico informatico sessantenne. Dopo la perquisizione è stato trovato il materiale necessario per l’attività di street writer.

Sulle tracce del writer anche la Digos

Fondamentale per risalire all'identità dell’uomo la visione delle telecamere di sicurezza vicino alle zone in cui sono state trovate le scritte: per lui l'accusa è di minacce aggravate e imbrattamento. Maurizio Fugatti, nei mesi scorsi, aveva anche ricevuto una busta con un proiettile e una lettera minatoria, tanto da fargli riassegnare la scorta.

La reazione di Fugatti

“Desidero ringraziare le forze dell'ordine per l’incessante lavoro che ha portato all'identificazione e denuncia di una persona ritenuta autrice delle minacce rivolte alla mia persona attraverso scritte apparse in diverse zone. Ho sempre avuto confermo oggi, la piena fiducia nelle istituzioni preposte a garantire la sicurezza della nostra comunità. Mi auguro che si possa fare piena luce su fatti preoccupanti non solo per me e per i miei famigliari ma anche per il tono generale del confronto sociale che dovrebbe sempre essere improntato al rispetto delle idee di tutti, senza che la doverosa dialettica sia costretta a lasciare il posto ad eccessi e manifestazioni di violenta intolleranza. Grazie dunque a chi ha svolto le indagini, a partire dal Commissario Santarelli e dal Questore Improta e buon lavoro a loro e a chi è chiamato ora ad accertare definitivamente le responsabilità su questi fatti” il commento del presidente della Provincia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trovato l'autore del graffito "Uccidi Fugatti – No Tav"

TrentoToday è in caricamento