rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca Centro storico / Piazza della Portella

Piazza della Portèla più sicura: dal 15 febbraio presidio fisso

Il sindaco Ianeselli: “Quando le cose non vanno, è giusto prendersi le proprie responsabilità. I cittadini della zona della Portèla hanno ragione ad essere arrabbiati. Hanno diritto di sentirsi sicuri come tutte le altre zone della città. Per questo garantiremo una presenza fisica degli agenti della Polizia locale con continuità per tutto il tempo che sarà necessario”

Piazza della Portèla va tenuta sotto controllo. Da martedì 15 febbraio partirà il presidio fisso della polizia locale con una pattuglia, che controllerà allo scopo di prevenire situazioni come quelle avvenute venerdì con una rissa in pieno giorno. La novità è stata annunciata durante la conferenza stampa post Giunta, a Trento, lunedì 14 febbraio, dal comandante Luca Sattin e dal sindaco Franco Ianeselli che ha introdotto la novità scusandosi con i cittadini.

“Le conferenze stampa post Giunta del lunedì sono un’occasione per presentare un bilancio delle iniziative comunali che molto spesso è positivo. Ma quando le cose non vanno - ha detto il sindaco - è giusto prendersi le proprie responsabilità. I cittadini della zona della Portèla hanno ragione ad essere arrabbiati. Hanno diritto di sentirsi sicuri come tutte le altre zone della città. Per questo garantiremo una presenza fisica degli agenti della Polizia locale con continuità per tutto il tempo che sarà necessario”.

Il comandante Sattin ha precisato: “Oltre all’attività ordinaria che con il Nucleo di sicurezza urbana portiamo avanti e i cui risultati sono consistenti come si può vedere nel resoconto finale relativo al 2021, già da martedì attiveremo un servizio di presidio al mattino ed al pomeriggio, dal lunedì al sabato, con una pattuglia con due agenti in divisa che stazionerà in piazza della Portèla. In aggiunta a ciò sono partiti in questi giorni dei corsi di formazione specifici per i nostri agenti per migliorare l’utilizzo dello spray anti-aggressione, degli scudi e dell’uso delle manette”.

La richiesta di sorveglianza con le forze dell'ordine estesa a tutti. “Ma l’azione di prevenzione e repressione deve essere portata avanti in maniera sinergica con le altre forze di polizia - ha aggiunto il sindaco -. Per questo motivo già stamattina ho richiesto al Commissario del Governo una riunione urgente del Comitato per la sicurezza e l’ordine pubblico per decidere come contrastare questi episodi spesso legati allo spaccio di stupefacenti”.

L’area in questione, come quella di piazza S. Maria Maggiore e di piazza Dante è oggetto di controlli quotidiani da parte della polizia locale e delle altre forze di polizia. In alcuni periodi dell’anno sono stati disposti anche dei presidi fissi con la finalità di prevenire situazioni di degrado e reprimere comportamenti illeciti, oltre a verificare il rispetto delle diverse disposizioni per il contenimento dell’epidemia da Covid-19, anche in relazione alle attività economiche della zona. L’Amministrazione comunale invita tutti i cittadini a segnalare qualsiasi problematica e/o reato contattando la Polizia locale allo 0461-889111.

Attività della polizia locale

Ecco il bilancio dell’operatività del Nucleo di sicurezza urbana annunciato dal comandante Sattin.

Nell’ambito dei controlli sull’attività di spaccio vale la pena fornire alcuni dati delle verifiche svolte dal Nucleo Sicurezza Urbana (in precedenza Nucleo Civico) della Polizia locale relativamente all’anno 2021:

  • Arresti in flagranza di reato per spaccio di sostanze stupefacenti (anche in collaborazione la Mobile della Questura): 14
  • Persone denunciate per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti): 53. Sono state inviate all’Autorità giudiziaria di altre 9 comunicazioni contro ignoti
  • Sequestri di sostanze stupefacenti per finalità di spaccio: 88

Sostanza sequestrata

N. sequestri

Peso totale in grammi

Marijuana

5

397,4

Hashish

32

227,81

Cocaina

8

65,02

Eroina

42

60,89

Metadone

1

n. 2 boccette

Nell’ambito di tali attività sono stati sequestrati anche i presunti proventi dello spaccio per un totale di  32.396 euro in denaro.

Nell’ambito dei controlli con rilevanza amministrativa, sono state segnalate 40 persone come consumatori di sostanze stupefacenti e sono stati effettuati 18 sequestri di sostanza stupefacente per uso personale, come di seguito specificato:

Sostanza sequestrata

N. sequestri

Peso totale in grammi

Marijuana

2

4,45

Hashish

12

12,66

Cocaina

1

1,05

Eroina

3

1,55

         

Proprio nella serata del 11 febbraio scorso agenti del Nucleo sicurezza urbana sono intervenuti in piazza Dante, procedendo al sequestro di oltre un etto di sostanza stupefacente in possesso ad un minore; si stanno sviluppando le indagini per identificare la provenienza della droga.

L’attività del Nucleo sicurezza urbana ha portato nel 2021 ad inoltrare all’Autorità giudiziaria 164 comunicazioni di notizia di reato. Durante le verifiche sono state identificate 801 persone, delle quali 36 sottoposte a foto-segnalamento digitale presso il Comando di via Maccani, oltre a quelle segnalate presso la locale Questura, il Comando Carabinieri o della Guardia di Finanza, in ragione dei rapporti instaurati con le altre forze dell’Ordine durante le attività di controllo.

Il controllo della zona è anche incentrato alla verifica sul rispetto delle norme di convivenza e per questo il personale del Nucleo ha contestato nel corso del 2021 numerose violazioni amministrative:

- 282 verbali ai regolamenti comunali;

- 348 verbali al Codice della Strada, delle quali:

          -26 violazioni all’art.193 CdS per mancanza di copertura assicurativa;

-3 violazioni art. 116 per guida senza patente, con patente revocata o senza requisiti per la guida di cui uno con patente falsa;

- 44 ordini di allontanamento (Daspo).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piazza della Portèla più sicura: dal 15 febbraio presidio fisso

TrentoToday è in caricamento