Cronaca

Pesce non tracciato e scaduto: sequestro e divieto di vendita per 650 kg di prodotti

Per gran parte del pesce sequestrato è stato ordinato lo smaltimento. Contestualmente, sono state contestate sanzioni per un totale di 3500 euro

Nessuna tracciabilità e pesce scaduto. Un fine settimana da incubo in provincia di Trento per ua ditta autorizzata alla commercializzazione all’ingrosso dei prodotti ittici, quello tra l'8 e il 10 ottobre. Nel corso delle attività di vigilanza sull’intera filiera della pesca svolte dai team ispettivi della Capitaneria di porto di Venezia, una pattuglia composta da quattro militari del Nucleo regionale ispettori pesca della Direzione Marittima del Veneto ha riscontrato in Trentino molteplici violazioni alle norme vigenti in materia di etichettatura e tracciabilità di prodotti ittici, oltre che sulle norme igienico sanitaria, in particolare con riguardo alle scadenze e il termine minimo di conservazione dei prodotti conservati. 
Sequestro pesce non tracciato, provincia di Trento, ottobre 2021-4
Durante i controlli svolti in una ditta, sono stati sequestrati 50 kg di pesce congelato tra cozze, totani, aragoste, astici, orate, branzini, ricciole, persico per un totale complessivo di 50 kg. Sulle confezione dei prodotti non erano state riportate le informazioni minime di tracciabilità obbligatorie in ogni fase della commercializzazione. Insieme al personale dell’Azienda sanitaria provinciale di Trento, sono stati sottoposti al vincolo sanitario con divieto di commercio ben 600 kg circa di pesce: tonno pinna gialla, scampi, seppie, salmone e merluzzo nordico. In questo caso, le date di scadenza e termine minimo di conservazione sulle confezioni risultavano superate e quindi direzionati allo smaltimento in auto controllo. Al termine dell’ispezione sono state elevate contestate sanzioni per un totale di 3.500 euro.
"La Guardia Costiera - si legge in una nota - prosegue senza interruzione le proprie attività di vigilanza a tutela del consumatore e delle risorse ittiche, attraverso una costante presenza sul territorio, sforzi finalizzati ad evitare che sulle tavole dei consumatori possano finire prodotti potenzialmente nocivi alla salute pubblica".
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pesce non tracciato e scaduto: sequestro e divieto di vendita per 650 kg di prodotti

TrentoToday è in caricamento