rotate-mobile
Cronaca Centro storico / Piazza Dante

Trento Rise, Rossi in aula: "Consorzio nato per l'ammodernamento della macchina pubblica"

In quattro anni la Provincia ha liquidato 28 milioni di euro al consorzio, "nato su pressioni per l'ammodernamento e l'efficientamento della macchina pubblica" ha detto Rossi in aula, riferendo sul caso che ha portato a sei avvisi di garanzia per le consulenze alla società Deloitte

Da un anno a questa parte  la Provincia ha svolto una "ricognizione dei  PCP (contratti pre-commerciali ndr) valutando anche le evenntuali ricadute contrattuali o la chiusura dei rapporti contrattuali con Deloitte". Sul caso Trento Rise e sull'appalto alla Deloitte Consulting finito nel mirino della Procura, il presidente della Provincia Ugo Rossi ha riferito oggi in aula rispondendo a tre diverse interrogazioni in merito (dopo la decisione di non istituire una commissione d'inchiesta consiliare) e fornendo i dati "attualmente in possesso dell'amministrazione".

Alla fine dell'autunno scorso la Commissione europea ha aperto una procedura di verifica su uno dei PCP in atto tra il consorzio Trento Rise e la società priivata di consulenza. "Nel dicembre del 2014 la Provincia ha chiesto la sospensione del PCP contesato ed ha invitato Trento Rise ad effettuare una ricognizione complessiva dei PCP banditi" spiega Rossi in una delle risposte fornite in aula. Il 26 febbraio 2015 la stessa Trento Rise ha stoppato il PCP contestato dall'Unione europea, e quello riguardante i modelli organizzativi, mantenendo attive le consulenze per il settore turismo e "suitcase".

In seguito c'è stata la liquidazione della società, e la creazione di un nuovo ente che ne potesse ereditare le funzioni: i soci sono sempre Università, FEM e FBK, ed il nuovo soggetto si chiama Trentino Star. Parlando invece di soldi Rossi ha fornito le  cifre  assegnate  dalla Provincia a Trento Rise negli anni 2011-20014 per un totale di 28.369.111 euro di cui il 41% per spese di gestione dell'ente, il 49% "all'area business che ricomprende sia i PCP sia le attività legate all'innovazione come quelle dei Tech Peaks". Un ultima precisazione sulle presunte dimissioni di Fernando Guarino, rappresentante dell'ammiinistrazione Provinciale nel consorzio: "non si è  dimesso - precisa Rossi - il contratto infatti è giunto a naturale scadenza". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trento Rise, Rossi in aula: "Consorzio nato per l'ammodernamento della macchina pubblica"

TrentoToday è in caricamento