Cronaca Oltrefersina / Viale Verona, 187

Il Questore Francini è arrivato a Trento: "Non sprecherò un minuto"

Sarano tre le linee di azione che il Questore metterà in campo su tutto il territorio della Provincia autonoma di Trento

Il nuovo Questore Alberto Francini (Foto di Adele Oriana Orlando)

È arrivato il nuovo Questore a Trento, si tratta del Dirigente Generale di Pubblica Sicurezza dottor Alberto Francini e ha incontrato i giornalisti nella mattinata di lunedì 6 settembre e ha presentato le tre le linee di azione che metterà in campo su tutto il territorio della Provincia autonoma di Trento. Francini rimarrà a Trento fino al 30 giugno del 2022, il 1° di luglio concluderà il servizio per raggiunti limiti di età. In questi dieci mesi di attività, ha affermato: "non sprecherò un solo minuto della mia permanenza in Trentino". La lunga esperienza di Francini lo ha visto impegnato "sulla strada" e in realtà difficili.

Il curriculum

Francini è laureato in Giurisprudenza e ha conseguito un master in Diritto e finanza degli enti locali e uno in Sicurezza e cooperazione internazionale di polizia. Dal febbraio 1983 è Funzionario della Polizia di Stato.

Tra i numerosi incarichi ricoperti nel corso della carriera, è stato Dirigente di vari Commissariati di Pubblica Sicurezza sezionali e distaccati della Questura di Napoli, dove per oltre venti anni ha diretto l’ordine pubblico allo stadio San Paolo, per un totale di oltre 600 partite di calcio e in virtù dell’esperienza maturata in tale ambito, è stato relatore in seminari internazionali sull’ordine pubblico negli stadi.

Ha diretto, inoltre, i servizi di ordine pubblico durante le ultime cinque emergenze rifiuti del napoletano (Giugliano, Acerra, Pianura, Chiaiano, Terzigno).

Dal 1994 al 2008 cultore della materia in Diritto Costituzionale presso l’Università degli Studi del Molise, l’Università di Cassino e l’Università Federico II di Napoli.

Specializzato nei servizi di Polizia Stradale, ha rivestito il ruolo di docente in diverse scuole delle varie forze di polizia e coordinatore dei docenti presso il Centro di Formazione per la tutela dell’Ordine Pubblico di Nettuno.

È stato commissario straordinario in alcuni Comuni sciolti per mafia, fra cui, in particolare, il Comune di Quindici (AV) per oltre tre anni. Ha partecipato all’International Visitor Program su invito del Dipartimento di Stato USA.

È autore di alcune pubblicazioni sulla pubblica sicurezza e l’ordine pubblico.

Nel 2013, nominato Dirigente  Superiore della Polizia di Stato. Questore di Lecco dal 2013 al 2015, di Pisa dal  2015 al 2018, di Catania dal  2018 al 2019, poi a Campobasso fino a prima di arrivare a Trento. Nel 2018 ha conseguito la promozione a Dirigente Generale di Pubblica Sicurezza.

È stato anche coordinatore della struttura di missione in tema di protezione dei dati personali del Dipartimento della Pubblica Sicurezza.

Da lunedì 6 settembre, Francini è il questore più anziano d'Italia. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Questore Francini è arrivato a Trento: "Non sprecherò un minuto"

TrentoToday è in caricamento