rotate-mobile
Sicurezza

Controlli, 400 persone identificate dalle forze dell’ordine: segnalazioni ed espulsioni

Dall’identificazione della persona, al controllo dei veicoli e degli esercizi commerciali

Quattrocento persone sono state identificate dalle forze dell’ordine a Trento, durante i controlli serrati disposti nella seconda settimana di agosto dal Questore Maurizio Improta, a seguito del Tavolo Tecnico presieduto dal Commissario del Governo. Le operazioni che hanno visto il contributo del personale della Questura, dell’Arma dei carabinieri, della Guardia di finanza e della polizia Locale, hanno portato alla segnalazione di due persone all’Autorità giudiziaria, all’espulsione dal territorio dello Stato di un cittadino tunisino, al provvedimento dell’ordine di espulsione di altri tre extracomunitari e all’identificazione di oltre 400 persone. Numerosi anche i controlli agli esercizi commerciali e diversi sequestri amministrativi di modiche sostanze stupefacenti. Individuati e controllati un centinaio di veicoli e numerosi esercizi commerciali.

Polizia Piazza Dante 2-2

Durante l’attività, sono stati diversi i sequestri amministrativi di svariate dosi di sostanze stupefacenti, soprattutto hashish e cocaina. E questo, grazie all’ausilio delle unità cinofile della polizia di Stato e della Guardia di finanza. I servizi mirati nei parchi pubblici e nelle zone maggiormente esposte al crimine diffuso, sono stati disposti per prevenire lo scambio di stupefacenti e i reati contro la persona e il patrimonio.

Polizia Piazza Dante-2

I controlli di Ferragosto

Nel fine settimana di Ferragosto, dal 13 al 15, il Questore, sempre a seguito del Tavolo Tecnico presieduto dal Commissario del Governo, ha disposto, inoltre, un deciso aumento dei servizi di prevenzione oltre che nella città di Trento anche nel comune di Riva del Garda e grazie all’intervento del reparto Prevenzione Crimine di Milano nel comune di Pinzolo sino a Madonna di Campiglio, con aumenti di pattuglie sia in ambiente cittadino sia montano, sia acqueo.

agenti in bicicletta-2

I servizi di prevenzione vedranno, infatti, l’impiego oltre che del personale del reparto Prevenzione Crimine di Milano, anche della polizia Stradale e Ferroviaria, del personale della polizia di Stato del Centro Addestramento Alpino di Moena in divisa a bordo di biciclette con la livrea della polizia di Stato, che svolgeranno servizio in Val di Fassa e in particolare nelle zone della Marmolada. Infine, nelle acque del lago di Garda, con le imbarcazioni e moto d’acqua della squadra Acque Interne, in servizio al Commissariato di Riva del Garda.

polizia Acque Interne-2

“Le attività di polizia di questa settimana ferragostana, decise e potenziate dal Questore Improta,  nelle località trentine di maggior interesse turistico - commenta il vice Questore Salvatore Ascione, portavoce del Questore - sono destinate non solo a garantire la giusta prevenzione di quei comportamenti devianti che possono mettere a rischio la vivibilità di un territorio, ma anche a garantire a tutti gli abitanti trentini ed agli ospiti una giusta serenità per godere appieno delle bellezze di questo territorio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Controlli, 400 persone identificate dalle forze dell’ordine: segnalazioni ed espulsioni

TrentoToday è in caricamento