menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Perdono l'eredità milionaria per maltrattamenti al cane della defunta

Avevano ereditato due milioni di euro, a patto che accudissero il cocker di un'amica defunta. Ma una coppia di Arco non ha tenuto fede agli impegni, così il Tribunale ha deciso che non avevano diritto al denaro

Avevano ereditato una fortuna, ma solo a patto che accudissero con amore il cane di un'amica defunta, un'anziana maestra morta nel 2004. Ma una coppia di trentini di Arco, a cui la donna aveva lasciato due milioni di euro, non ha tenuto fede agli impegni.

A darne notizia è il quotidiano locale "Trentino", che riferisce come la coppia di amici avesse avuto 25mila euro direttamente e altro denaro depositato in banca. Al cane Koki, un cocker di 12 anni, era stata lasciata la casa, una villetta nel quartiere della Bolghera a Trento. A fare perdere tutto quanto alla coppia, a cui alla fine sono rimasti comunque 100mila euro, è stato il fatto di avere affidato il cagnolino a dei parenti e di non averlo tenuto con sè, come invece prevedevano le volontà testamentarie.
 
Legato alla catena, ad abbaiare di continuo, per Koki era stata anche chiamata la Protezione animali. Gli eredi diretti della signora, alcuni nipoti e un lontano cugino, si erano così aggrappati alla mancanza di cure per contestare per vie legali il passaggio dell'eredità. E ci sono riusciti. A loro erano andate inizialmente solo poche centinaia di migliaia di euro.

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre il primo drive through vaccinale a Trento

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento