L'arresto

Molestie e tentata rapina a una ragazza sull’autobus

Oggi il giudizio per direttissima ai danni dello stalker

Ieri mattina, un marocchino 32enne è stato arrestato dai carabinieri con l’accusa di tentata rapina ai danni di una giovane donna.

La vittima, una ragazza ventiseienne residente a Trento, stava rientrando in autobus dal proprio turno di lavoro. Durante il tragitto, il 32enne, che si trovava a bordo dello stesso mezzo, ha iniziato ad insistere per ottenere una sigaretta dalla ragazza. L'approccio invadente dell'uomo ha subito allarmato la giovane, che ha deciso di scendere alla prima fermata utile per evitare ulteriori contatti. Arrivati alla fermata di via Conci, la ragazza è scesa dal bus con l'intento di sfuggire all'uomo, ma questi ha continuato a seguirla e dopo averla raggiunta ha tentato di strapparle il cellulare dalle mani. Nonostante lo shock e la paura, la ragazza ha resistito, opponendo una ferma resistenza. L'aggressore, esasperato, l'ha colpita con uno schiaffo al volto. In cerca di aiuto, la vittima ha trovato rifugio in un palazzo vicino, dove ha iniziato a citofonare ripetutamente. La sua prontezza e determinazione le hanno permesso di mettersi in salvo mentre l’aggressore si è allontanato. Nel frattempo, la giovane era riuscita a contattare le forze dell'ordine. Sul posto sono arrivati i carabinieri, che hanno individuato il sospettato nelle immediate vicinanze del luogo dell’aggressione. L’uomo, già noto per precedenti penali, è stato arrestato arrestato e condotto in caserma in attesa del giudizio per direttissima che si terrà nella giornata odierna.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Molestie e tentata rapina a una ragazza sull’autobus
TrentoToday è in caricamento