rotate-mobile
Giovedì, 2 Febbraio 2023
Sicurezza

Maxi controllo della polizia, 900 persone identificate: 10 denunce e 2 arresti  

Dai controlli "ordinari" ai servizi speciali per l'occasione. Ecco i numeri degli ultimi giorni dell'incessante attività di contrasto e prevenzione dei reati e di ogni forma di illegalità condotta della polizia di Stato in Trentino

Dieci denunce e due arresti su circa novecento persone identificate, trecento auto controllate; controlli in città come sulle piste da sci. Sono questi i primi numeri resi noti dalla Questura di Trento, in merito alle attività svolte durante il lungo fine settimana dell’Immacolata e che ha visto un intreccio di eventi consistente.

Sicurezza e servizi mirati

“Alzare il livello di percezione della sicurezza dei cittadini in città” è questo l’obiettivo, raggiunto, dal personale della Questura di Trento che, grazie ad agenti delle Squadre Volanti e Mobile, dei poliziotti in e-bike, quelli di quartiere e degli agenti impegnati nei diversi servizi di ordine e sicurezza pubblica disposti per il lungo fine settimana dell’Immacolata, ha garantito alle migliaia di visitatori che hanno raggiunto la città un sereno e tranquillo weekend.

Polizia al Mercatino di Trento - 3

Al personale impiegato nel centro cittadino, il questore Maurizio Improta ha affiancato i reparti della Squadra a Cavallo e della Squadra Cinofili oltre che il personale del reparto Prevenzione Crimine e delle Unità Operative di Primo Intervento che hanno pattugliato capillarmente anche le note mete sciistiche della Val di Sole. A Madonna di Campiglio e a Pinzolo, infatti, il personale impiegato ha identificato nella sola giornata di sabato 10 dicembre circa 90 persona e sottoposto a controllo 50 veicoli assicurando in questo modo un’attività di controllo efficace e penetrante.

polizia a cavalo al Mercatino di Natale

Una vera e propria task force dunque quella messa in atto dalla Questura di Trento, in concomitanza anche con il lungo ponte dell’Immacolata e dell’approssimarsi delle festività natalizie, per un totale di quasi 50 poliziotti al giorno impiegati, che hanno quotidianamente presidiato tutti i punti più sensibili e affollati del territorio

Le attività

Nell’ambito dei servizi in questione, sono stati identificate in totale circa 900 persone e controllati 300 veicoli, denunciate all’Autorità giudiziaria 10 persone, mentre 2 sono state arrestate.

Il personale dell’Upgsp (Ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico), diretto dal commissario capo Chiara Marando e coordinato sul territorio dal cice Ispettore Danny Ceccarini, è stato impiegato nelle aree più calde della città: piazza Dante e piazza Santa Maria Maggiore. In zona stazione, grazie al fiuto dell’unità Cinofila impegnato nel controllo mirato per contrastare il reato di spaccio di sostanze stupefacenti, è stato identificata una persona in possesso di 2 dosi di sostanza stupefacente di tipo hashish, poi sottoposta a sequestro.

In piazza Santa Maria Maggiore, invece, un cittadino è stato visto dalla polizia mentre cedeva della sostanza stupefacente. Sottoposto a perquisizione personale, è emerso che aveva con sé 3 dosi di hashish ed è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per il reato di produzione, traffico e detenzione illecita di sostanze stupefacenti.

Durante il servizio del fine settimana, inoltre, la presenza dell’unità cinofila antidroga, ha consentito di rinvenire all’interno di alcuni involucri di cellophane trasparente nascosti nelle fioriere delle piazze controllate, mezzo etto tra hashish e cocaina.

Arrestate due persone

Gli agenti dell’Upsgsp sono intervenuti su segnalazione di un passante per un litigio in corso. Arrivati sul posto, gli agenti hanno riportato subito la situazione alla calma. Alla richiesta dei documenti, uno dei coinvolti nello scontro ha opposto resistenza alle forze dell’ordine e rivolto loro “epiteti ingiuriosi”. La persona è stata così accompagnata in Questura dove, all’esito degli accertamenti dovuti, è stato arrestato. L’Autorità giudiziaria ha convalidato domenica mattina l’arresto.

Il secondo arresto è stato eseguito nei confronti di un uomo, denunciato dalla compagna. Quest’ultima ha chiesto l’intervento della polizia che, arrivata sul posto, ha prima riportato alla calma la situazione e poi accompagnato lei e il compagno in Questura. Qui la donna ha presentato querela nei confronti del compagno, arrestato per atti persecutori. L’arresto è stato convalidato dall’Autorità Giudiziaria che ha applicato al responsabile la misura cautelare degli arresti domiciliari.

Festeggiamenti in piazza

Agenti pronti anche per contenere e controllare i festeggiamenti in piazza di sabato, dopo la vittoria della nazionale di calcio del Marocco. Intorno alle 18 di sabato, più di 600 cittadini di nazionalità marocchina si sono riversati prima nelle vie della città e successivamente, con diversi caroselli di autovetture, hanno raggiunto piazza Dante per festeggiare la vittoria della propria squadra ai mondiali di calcio in Qatar.

Per controllare ed evitare che la situazione potesse creare disordini e disagi per la viabilità e per l’ordine e la sicurezza pubblica, sono arrivati subito sul luogo interessato circa 30 agenti delle forze dell’ordine che, coordinati da alcuni funzionari della Questura di Trento, hanno assicurato il regolare svolgimento dell’evento senza ripercussioni sulla viabilità e sull’ordine pubblico.

La cattedrale svelata

Duomo (Foto di Gianni Zotta, ufficio stampa Arcidiocesi)-2

Sabato è stata inoltre celebrata in Duomo la funzione religiosa per festeggiare la riapertura della Cattedrale di San Vigilio dopo il restauro durato cinque anni. Per la solennità e importanza dell’evento, l’ingresso della struttura è stato presidiato dal personale della Polizia di Stato in Alta Uniforme e dai due magnifici cavalli del Reparto della Squadra a Cavallo di Torino che con la loro maestosità hanno contribuito a rendere ancora più unico il momento inaugurale.

Controlli quotidiani e presidio fisso

In centro, inoltre, gli agenti della Squadra Mobile, coordinati dall’Ispettore Emanuele Vitti, sono quotidianamente impegnati nell’assicurare per tutto il periodo natalizio un servizio specifico antirapina nei luoghi maggiormente affollati dalla presenza di coloro che visiteranno la città in occasione dell’evento “Trento città del Natale”.

controlli polizia al Mercatino di Natale di Trento

“Il personale della Questura di Trento assicurerà un costante servizio di prossimità alla cittadinanza – si legge nella nota -, grazie anche al presidio fisso presente all’interno della casetta di legno dedicata alla Polizia di Stato e ubicata presso questa Piazza Fiera. Il punto fungerà anche da centro di raccolta fondi a favore del Piano Marco Valerio che si occupa di aiutare i figli disabili degli appartenenti alla polizia di Stato, di Unicef e delle onlus che gestiscono i bene confiscati alla camorra”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maxi controllo della polizia, 900 persone identificate: 10 denunce e 2 arresti  

TrentoToday è in caricamento