rotate-mobile
Martedì, 7 Febbraio 2023
In centro / Centro storico / Piazza Dante

Insulta e minaccia i carabinieri impegnati nei controlli in piazza: arrestato un 36enne

La convalida dell’arresto è arrivata lunedì, durante l’udienza in tribunale a Trento

È stato arrestato il 36enne che, sabato 24 settembre, ha interrotto i controlli dei carabinieri in piazza Dante a Trento, con insulti e minacce. Nel corso dell’ultimo fine settimana i carabinieri della Compagnia di Trento hanno effettuato diversi controlli in alcune zone del centro di Trento maggiormente interessate dal fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti.

A fronte di più di 100 persone identificate, sono state segnalate 10 persone al Commissariato del Governo ai sensi dell’art.75 d.p.r. 309/1990 per detenzione di modici quantitativi di sostanze stupefacenti (prevalentemente hashish e marijuana).

Proprio durante questi controlli, nella serata di sabato, i carabinieri della sezione Radiomobile hanno arrestato un uomo di origine tunisina di 36 anni, pluripregiudicato, per resistenza a Pubblico Ufficiale e danneggiamento. Mentre i carabinieri erano intenti a effettuare delle sanzioni per detenzione di una modica quantità di sostanza stupefacente a una persona che si trovava in piazza Dante, sono stati avvicinati da un uomo apparentemente piuttosto risentito per la presenza della pattuglia in zona, tanto da arrivare a insultare e quindi minacciare direttamente i carabinieri, per poi sputare sulla vettura di servizio.

Complicandosi la situazione a causa della presenza molesta dell’uomo, i militari hanno deciso di identificarlo, invitandolo a salire sull’autoradio per essere accompagnato in caserma. L’uomo, però, ha reagito con spintoni e altre minacce per poi, una volta caricato fisicamente sul mezzo, cercare in tutti i modi una via per uscirne, fino ad arrivare a rompere la maniglia interna della portiera.

I carabinieri lo hanno quindi arrestato e trattenuto nelle camere di sicurezza della caserma di via Barbacovi. L’arresto è stato convalidato nell’udienza tenutasi lunedì 26 settembre in tribunale a Trento e al soggetto è stata applicata la misura cautelare della detenzione in carcere. Per l’indagato vige la presunzione di innocenza fino a quando la sua colpevolezza non sarà accertata con sentenza irrevocabile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Insulta e minaccia i carabinieri impegnati nei controlli in piazza: arrestato un 36enne

TrentoToday è in caricamento