menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I soldi e la droga sequestrati dalla Squadra Mobile

I soldi e la droga sequestrati dalla Squadra Mobile

Eroina nei mozziconi delle sigarette: arrestato pusher

L'attività di compravendita di droga è stata notata da un agente della sezione “Orsi”, di vedetta su uno dei palazzi che circondano la piazza

Dopo aver intercettato dall’alto la compravendita di droga, gli agenti della Squadra Mobile, sezione contrasto al crimine diffuso, “gli Orsi”, hanno sequestrato 24 dosi di eroina e arrestato un uomo. Il fatto è avvenuto nel pomeriggio di martedì 27 aprile, nell’ambito dei controlli anticrimine disposti dal Questore di Trento. L’uomo sorpreso e arrestato dagli agenti della polizia è uno nigeriano di 39 anni, residente a Trento.

L’attività della Squadra Mobile ha avuto inizio quando un agente della sezione “Orsi”, di vedetta su uno dei palazzi che circondano piazza Centa, ha avvertito gli altri agenti della sezione che in quel momento era in corso una vendita di sostanza stupefacente proprio nei pressi della stessa piazza. Gli agenti si sono avvicinato quindi in maniera tale da poter tenere sotto osservazione i quattro angoli della piazza senza che l’acquirente e lo spacciatore se ne accorgessero.  

Una volta certi che la vendita fosse avvenuta, “gli Orsi” hanno immediatamente fermato il cittadino italiano che spontaneamente ha consegnato un mozzicone di sigaretta svuotato del filtro con occultati all’interno 4 dosi di eroina.

Gli altri Orsi hanno invece seguito lo spacciatore nigeriano che, nel frattempo, si era allontanato e pare stesse cercando di far perdere le proprie tracce dirigendosi verso la stazione. La fuga è stata interrotta poco prima che entrasse nello scalo ferroviario, da un altro equipaggio della sezione contrasto crimine diffuso, arrivato tempestivamente nella zona di piazza Dante, grazie alle indicazioni dell’agente di vedetta in piazza di Centa.

Lo spacciatore nigeriano aveva con sé 20 dosi di eroina, nascoste in un pacchetto di sigarette. Inoltre, in collaborazione con un’unità cinofila della Guardia di Finanza, è stata perquisita l’abitazione dell’uomo, in località Ravina. Nella casa sono stati sequestrati più di mille euro in contanti, materiale utile per il confezionamento delle dosi, ovvero dei mozziconi di sigaretta in cui inserire l’eroina da vendere, a circa 40 euro a dose.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Non solo Santiago: ecco cinque cammini in Trentino

Attualità

Lotteria degli scontrini, manca poco alla terza estrazione

Attualità

Quando saluteremo il coprifuoco: le ipotesi

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Cucciolo di orso trovato morto sul Monte Bondone

  • Cronaca

    Bollettino coronavirus, i dati del 6 maggio

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento