Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca

Documenti falsi, eccesso di velocità e irregolarità: pioggia di multe

Particolare attenzione è stata data alla sicurezza stradale, ma anche alla prevenzione furti in abitazione con controlli nelle frazioni

Una lunga notte di servizio ha visto all'opera sei agenti della polizia Locale di Trento in una serie di controlli nelle principali vie finalizzato alla prevenzione e contrasto agli illeciti, tra martedì 21 e mercoledì 22 settembre. Particolare attenzione è stata data alla sicurezza stradale, ma anche alla prevenzione furti in abitazione con controlli nelle frazioni di Meano, Vigo Meano, Cortesano Gazzadina, Spini di Gardolo, Gardolo e Roncafort.

Documenti falsi

Verso le 22 di martedì è stato fermato un autotreno di nazionalità italiana di proprietà di un’impresa altoatesina guidato da un uomo che ha dichiarato di essere cittadino comunitario, esibendo a sostegno un documento identificativo rumeno. Da controlli attivati su strada e quindi sviluppati mediante il centro di cooperazione di polizia di Thörl Maglern, gli agenti hanno accertato che il documento era del tutto contraffatto e che l'uomo era in realtà di nazionalità extracomunitaria. L'autista è stato quindi arrestato e gli è stato contestato il reato di cui all’articolo 497 bis del Codice Penale, oltre alla violazione dell’articolo 116 del Codice della strada in quanto privo della carta di qualificazione professionale necessaria per la conduzione di veicoli pesanti. L’autotreno è stato sottoposto a fermo amministrativo.

Neopatentati alla guida di veicoli "troppo potenti"

Due le persone alle quali sono è stata contestata la violazione dell’articolo 117 del Codice della Strada per la conduzione da parte di neopatentati di autoveicoli che la normativa individua come troppo potenti per essere condotti da chi è in possesso della patente “B” da meno di un anno. I due hanno ricevuto una sanzione amministrativa di 166 euro e la loro patente è stata ritirata per un periodo tra 2 e 8 mesi.

Alterazioni del tachigrafo

Nella zona dell’Interporto doganale sono stati sviluppati altri controlli dei mezzi pesanti che hanno portato all’individuazione di due alterazioni del tachigrafo, ovvero di quel dispositivo di controllo che serve per la sicurezza stradale e che determina ore di guida e riposo dei conducenti. È stata applicata la violazione prevista dall’articolo 179 del Codice della Strada con un importo di 1.700 euro e il ritiro della patente di guida da 15 giorni a tre mesi.

Eccesso di velocità

Sulle strade urbane del Comune di Trento, sono state accertate cinque violazioni per aver circolato a velocità non adeguata (art. 141 CdS) e tre illeciti riferiti a gravi inefficienze di pneumatici e dispositivi visivi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Documenti falsi, eccesso di velocità e irregolarità: pioggia di multe

TrentoToday è in caricamento