rotate-mobile
Venerdì, 3 Febbraio 2023
Città

Cibo scaduto, ubriachezza molesta e possesso di stupefacenti: weekend di controlli (e multe)

Durante l'intero servizio straordinario, i carabinieri hanno identificato più di 150 persone

Cibo scaduto, ubriachezza molesta e possesso di stupefacenti. È questo, in estrema sintesi, quanto le forze dell’ordine hanno verificato a Trento nel fine settimana tra il 12 e il 13 novembre. L’attività dei carabinieri della Compagnia di Trento ha visto una sistematica serie di controlli in alcune zone del centro cittadino maggiormente interessate da fenomeni di microcriminalità diffusa, con un particolare “focus” su piazza della Portella, recentemente al centro di un episodio di cronaca legato ad una lite, con feriti, avvenuta in strada tra due persone. Durante l'intero servizio straordinario, i carabinieri hanno identificato più di 150 persone.

Cibo scaduto 

Nel corso dell’attività, condotta con la preziosa cooperazione dei carabinieri del Nas di Trento e della polizia Locale, sono state effettuate una serie di verifiche all’interno degli esercizi pubblici che si trovano in piazza della Portella e nelle vie limitrofe. Due i negozi alimentari multati dai Nas che hanno elevato sanzioni fino a 2000 euro ciascuno, per aver messo in vendita confezioni cibo con scadenza o termine minimo di conservazione superato. Sono quindi state sequestrate complessivamente 100 confezioni di alimenti non più vendibili.

L’intervento della polizia locale

La polizia Locale di Trento, inoltre, negli stessi esercizi, ha avuto modo di contestare ulteriori contravvenzioni sia per la mancata esposizione dei prezzi, in violazione alla legge Provinciale, sia per il mancato rispetto dei requisiti igienico-sanitari che gli esercenti sono obbligati a rispettare in virtù di quanto sancito dal regolamento di polizia urbana relativamente ai generi alimentari deperibili in esposizione.

Possesso di sostanza stupefacente e ubriachezza molesta

Durante i controlli in strada, tre persone, tra cui un minorenne, sono state segnalate al Commissariato del Governo perché trovate in possesso di un modico quantitativo di stupefacente per “uso personale” e, nello specifico: 1 grammo di cocaina, 0,5 grammi di marijuana e 1,3 grammi di hashish. Due persone sono state multate per “ubriachezza molesta”, violazione che prevede sanzioni amministrative fino a 309 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cibo scaduto, ubriachezza molesta e possesso di stupefacenti: weekend di controlli (e multe)

TrentoToday è in caricamento