rotate-mobile
Cronaca piazza Duomo

Trento Capitale della Cultura 2018, Andreatta: "Gareggiamo per vincere"

Manca pochissimo allo scadere dei termini per candidare Trento a Capitale italiana della Cultura nel 2018, anno del centenario della fine della Grande Guerra. Sindaco e sponsor sono fiduciosi: "Non dobbiamo inventarci niente"

Dovrà essere pronto entro il 30 giugno il dossier per la candidatura di Trento a Capitale italiana della Cultura 2018. Una vera e propria lotta contro il tempo ma il sindaco Andreatta è fiducioso: "Gareggiamo per vincere" ha detto ieri nella conferenza stampa di presentazione dell'ambizioso progetto, insieme all'assessore alla Cultura Robol ma anche ai tanti sponsor, Isa, Itas, Dolomiti Energia, Fondazione Caritro. Al dossier lavora lasocietà Pts Consulting che dovrà raccogliere tutti i dati richiesti dal Ministero della Cultura entro fine mese. Il prossimo passo sarà la lista delle dieci finaliste, che verrà resa nota a novembre, poi in gennaio sarà proclamata la vincitrice che avrà dunque un anno di tempo per organizzarsi.

“Per presentare questa candidatura non dobbiamo inventarci nulla – ha spiegato il sindaco – Trento non è solo una città storica, romana, medievale, del Concilio, non è solo città d'arte e dunque città turistica. Trento è città universitaria e dei centri di ricerca, è città delle biblioteche: ne abbiamo inaugurate due lo scorso autunno, il Vigilianum e la biblioteca giovanile, a breve arriverà anche la nuova biblioteca universitaria. Trento è città dei teatri, dei musei, dei festival. Abbiamo aderito dunque con convinzione a questo progetto, sapendo che abbiamo molto da esprimere anche se qualche volta facciamo fatica a raccontarlo. E siamo felici di avere dalla nostra parte sponsor di così grande valore: si tratta infatti di soggetti fortemente territoriali, radicati nella città, che si impegnano da sempre nella cultura, per l'innovazione sociale, per i giovani.  Credo che anche la scelta di farci affiancare da Pts Consulting sia azzeccata: si tratta infatti di una società che non solo ha l'esperienza necessaria in queste occasioni, ma ha anche l'occhio esterno utile a cogliere tutti quegli aspetti che possono valorizzarci. Sia chiaro: noi gareggiamo per vincere”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trento Capitale della Cultura 2018, Andreatta: "Gareggiamo per vincere"

TrentoToday è in caricamento