Mercoledì, 12 Maggio 2021
Cronaca Oltrefersina / Via Annibale Apollonio

Sedicenne trentino grave dopo un tuffo da 10 metri in Salento

Alcuni bagnanti, non vedendolo più riemergere, hanno dato l'allarme

foto: Lecce Prima

Si è gettato da una falesia alta più di 10 metri, ma dopo il tuffo non è più riemerso. E' stato riportato a riva dai bagnini il 16enne trentino, in vacanza con la famiglia in Salento, ora ricoverato in gravi condizioni all'ospedale di Lecce. Teatro del drammatico incidente il lido di Torre dell'Orso nel comune di Melendugno, famosa per la scogliera da brividi utilizzata dai più temerari per tuffi spettacolari.

Qualcosa dev'essere andato storto durante il tuffo. L'impatto con l'acqua ha procurato traumi al ragazzo, che però era cosciente quando è stato riportato a riva. A dare l'allarme sono stati alcuni bagnanti, che stavano osservando il tuffo e non hanno più visto riemergere il trentino.

Immediato l'intervento dei bagnini del lido. Sulla spiaggia sono arrivati anche i militari della Guardia Costiera, insieme al personale del 118. Il ragazzo è stato assicurato alla barella spinale ed affidato all'equipe medica. Stando alle informazioni riportate dal quotidiano online locale Lecce Prima (clicca qui) avrebbe riportato lesioni agli arti ed alla spina dorsale. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sedicenne trentino grave dopo un tuffo da 10 metri in Salento

TrentoToday è in caricamento