menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Non autosufficienza, la casa di riposo di Lisignago avrà 8 posti in più

La dotazione ulteriore sarà disponibile dal primo aprile a fronte di una maggiore spesa di 136mila euro. In totale l'Rsa avrà 68 posti. La Provincia: "L'aumento di posti letto darà lavoro"

La casa di riposo di Lisignago, in val di Cembra, avrà otto posti letto in più. La giunta provinciale ha integrato le direttive per l'assistenza sanitaria ed assistenziale nelle residenze sanitarie assistenziali, finanziando alla Rsa otto ulteriori posti letto convenzionati con l'azienda provinciale per i servizi sanitari. I nuovi posti letto - quattro di base e quattro di sollievo - saranno disponibili dal primo aprile. In totale la struttura potrà contare su 68 posti. Il provvedimento comporta una maggiore spesa di 136.356,94 euro.

“La decisione di accogliere la richiesta della Comunità della val di Cembra – informa la Provincia - per integrare la dotazione della Rsa di Lisignago deriva da alcune considerazioni”. In primo luogo dalla pressione sulla "lista dinamica" dell'azienda sanitaria di 28 persone, che provengono principalmente dalla val di Cembra; tra l'altro il distretto sanitario ovest, dove vi è la Rsa di Lisignago, è quello con la percentuale di posti letto convenzionati con l'azienda provinciale per i servizi sanitari, rapportati alla popolazione anziana, più bassa rispetto ad altri distretti. 

In secondo luogo si è valutato che l'aumento di otto posti letto produrrà un importante incremento occupazione locale, prevalentemente femminile, dal quale la valle potrà trarne beneficio in questo periodo di difficoltà economica. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre il primo drive through vaccinale a Trento

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento