I trentini che si fanno curare fuori provincia ci costano 18 milioni di euro

Si tratta di un "tema delicato per il nostro sistema sanitario", secondo l'assessore alla sanità Donata Borgonovo Re che ha fornito i dati in risposta ad un'interrogazione del consigliere Giovanazzi: il saldo tra mobilità attiva e passiva all'azienda sanitaria è di 18 milioni di euro. Significa che, a fronte anche di persone che da fuori provincia vengonona curarsi in Trentino, i trentini che vanno a curarsi altrove costano al sistema provinciale 18 milioni di euro. La cifra inoltre è cresciuta di 650mila euro tra il 2012 ed il 2013. Ora, ha concluso Borgonovo Re, si punta sulle alte competenze presenti per rendere più convincente la permanenza sul territorio e ridurre ulteriormente che l'esodo dal Trentino. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ecco i divieti che rimangono anche dopo il 3 giugno

  • Mamma muore a 40 anni dopo un malore: cordoglio a Mezzocorona

  • Riapertura asili e materne con massimo di dieci bambini per sezione. Cgil: "Rimangono perplessità"

  • Bambino rischia il soffocamento per una ciliegia, la madre conosce la manovra e lo salva

  • Incidente mortale a Bedollo: morto a 21 anni Tommaso Mattivi

  • Ladro perde il mazzo di chiavi: i carabinieri aprono la porta di casa e lo denunciano

Torna su
TrentoToday è in caricamento