Cronaca

Travolto da una valanga e trascinato per 500 metri: sciatore miracolato

L'episodio nel pomeriggio di domenica 22 dicembre sul Portule. L'uomo, un 58enne vicentino, è stato trasportato all'ospedale di Trento con un principio di ipotermia

Travolto da una valanga, riesce a liberarsi e a chiamare i soccorsi. L’incidente è avvenuto verso le 16.30 di domenica 22 dicembre sul Portule, nel Vicentino. Il Soccorso alpino di Asiago è stato allertato dallo stesso scialpinista rimasto ferito. 

Lo sciatore, un 58enne di Roana, dopo essere riuscito a liberarsi dalla neve, ha dato l'allarme, riferendo ai soccorritori che si ricordava di essere sceso dalla cornice, di avere fatto una curva e che subito era avvenuto il distacco. Trascinato per 500 metri, si trovava nella parte finale della discesa e aveva probabilmente riportato una frattura al ginocchio.

L'arrivo dei soccorsi

Una squadra si è avvicinata con i mezzi ai Larici, per poi proseguire con motoslitte, sci e pelli di foca. Una volta sul posto, gli otto soccorritori sono riusciti a individuarlo chiamandolo a voce, dato che il suo cellulare si era nel frattempo scaricato. Dopo averlo raggiunto hanno iniziato a riscaldarlo poiché, fermo da qualche ora, manifestava sintomi di ipotermia.

I soccorrirori, in contatto telefonico con la Centrale del 118, hanno comunicato l'esatta posizione da riferire all'elicottero di Trento, che, sopraggiunto, ha sbarcato equipe medica e tecnico di elisoccorso. Prestate le prime cure, l'infortunato è stato imbarellato e recuperato attorno alle 20, per essere poi trasportato all'ospedale di Trento. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Travolto da una valanga e trascinato per 500 metri: sciatore miracolato

TrentoToday è in caricamento